P.A.: Upi, si riveda norma su concorso unico per enti locali

"Spero che ci sia un ripensamento sul ddl 'Deleghe al governo per il miglioramento della pubblica amministrazione' per quanto riguarda il concorso unico nazionale per le assunzioni degli enti locali, che, alla faccia del federalismo, potrebbe consentire ad esempio di fare assunzioni da Roma per luoghi di lavoro distanti centinaia di chilometri": lo hanno sottolineato al termine della Conferenza Unificata Achille Variati e Carlo Riva Vercellotti, presidente e vicepresidente dell'Unione delle province d'Italia (Upi), che insieme all'Anci ha dato parere negativo al provvedimento. "Il nostro parere negativo nasce dal fatto che questo provvedimento - hanno aggiunto i dirigenti Upi - sia nato da una iniziativa autonoma del governo, senza che fossero preventivamente coinvolti gli enti territoriali. Nella nostra opposizione abbiamo voluto evidenziare anche le prerogative di ordine costituzionale e di autonomia degli enti locali. Ci auguriamo a questo punto che il Parlamento decida con buon senso".(ANSA).

Notizia del: gio 17 gen, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-08-2019
“La salvaguardia idrogeologica deve essere una priorità ....
23-08-2019
Il numero di chi fugge dall'Italia è quasi quadruplicato ....
23-08-2019
Il 23 agosto 2007 ci lasciava Bruno Trentin. "Intellettuale di ....
23-08-2019
Un 69enne di Fucecchio (Firenze) è rimasto ferito dopo ....
23-08-2019
Sanità privata, si fa ancora più forte la mobilitazione ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)