Industria 4.0: indagine, Toscana ha gap con regioni avanzate

La Toscana, col 37,9%, supera il dato nazionale (36,4%) per la diffusione delle tecnologie 4.0 nelle aziende sopra i 50 addetti, ma è staccata da regioni più dinamiche come Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, Lombardia e Marche. E' quanto emerge da un'indagine realizzata dalla società Met per conto della Regione, e presentata oggi in un convegno coi rappresentanti delle categorie economiche a Firenze. La percentuale di imprese toscane 4.0 che hanno introdotto almeno un'innovazione nell'ultimo triennio (2015-2017) è al di sotto di quella delle regioni prese a confronto: Veneto, Emilia Romagna e Marche si aggirano attorno al 20%, mentre la Toscana è ferma al 10,4%. Le imprese 4.0 toscane si sono dimostrate più propense ad accumulare più incentivi rispetto alle regioni di confronto, ma il 41% non ne sfrutta alcuno. Dall'indagine emerge che, sia a livello nazionale che regionale, le difficoltà di applicazione del paradigma 4.0 dipendono dalla presenza di personale con competenze non al passo con le esigenze richieste dal processo di digitalizzazione: per superare questo limite, in Toscana il 12% delle imprese ha assunto nuovo personale, il 10% ha investito in formazione, e un altro 10% si è rivolto a collaborazioni esterne.(ANSA).

Notizia del: ven 18 gen, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

16-02-2019
"Il confronto per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro ....
16-02-2019
Flai, Fai e Uila hanno presentato e approvato all'unanimità ....
16-02-2019
"I lavoratori della Cft hanno già fatto la propria parte, ....
16-02-2019
Protesta nel centro di Firenze da parte degli addetti di un magazzino ....
16-02-2019
"Dopo la richiesta di incontro avanzata a Kme Italy unitariamente ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo