Davos, FMI taglia crescita italiana 2019 da 1% a 0.6%. ''Roma e la Brexit fra i maggori rischi globali''

Il Fondo monetario internazionale taglia la crescita italiana 2019 dall'1% di ottobre allo 0,6%. Così nell'aggiornamento del World Economic Outlook a margine del Forum economico di Davos.
L'Italia, con la Germania, un fattore di frenata dell'Eurozona. Con il nodo spread-banche, la situazione finanziaria italiana, assieme alla Brexit, è al primo punto fra i principali fattori di rischio globali. Il fondo vede meno crescita per l'economia globale (2019 limato al 3,5%, 2020 al 3,6% sul peso della guerra
dei dazi), mentre si mantiene la stima sul Pil Usa (2,5% e 1,8%) e si lima quella sull'Eurozona nel 2019 (1,6% da 1,9%) mantenendo il 2020 a 2,7%. Lagarde: 'i rischi globali salgono, ma non vuol dire recessione dietro l'angolo' anche se l'impatto di un eventuale no deal nella Brexit sarebbe di 5-8 punti percentuali a lungo termine. (ANSA)
 

Notizia del: lun 21 gen, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-04-2019
Hotel Monna Lisa (Firenze), licenziati su Whatsapp 10 lavoratori ....
19-04-2019
Campofiloni : “risultato importante di partecipazione e ....
19-04-2019
Dopo la recente elezione di Fabio Seggiani a Segretario generale ....
19-04-2019
Da Chagall a Napoli a de Chirico a Genova, e poi Leonardo a Milano ....
19-04-2019
"Apprendiamo sembra esserci l'intenzione di proporre una norma ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo