Aferpi: Sorial (Mise), tavolo positivo, piano va avanti Prossimo incontro entro la fine del mese di maggio

Sì è svolto ieri al ministero dello Sviluppo economico il tavolo di monitoraggio sul sito siderurgico Aferpi di Piombino (Livorno), presieduto dal vice capo di Gabinetto Giorgio Sorial, a cui hanno partecipato il ministero del Lavoro, la regione Toscana, il Comune e l'Autorità portuale di Piombino, il Commissario straordinario, l'azienda e le organizzazioni sindacali. Si è trattato di un incontro "positivo". Ha dichiarato in una nota del Mise il vice capo di Gabinetto Sorial, aggiungendo che si è riscontrato "un avanzamento dell'implementazione del piano industriale, in particolare sul riavvio del sito di Piombino e sui livelli occupazionali". Riguardo agli investimenti - prosegue la nota - sono a disposizione risorse già previste nell'Accordo di Programma e destinate alla riqualificazione ambientale dell'area, direttamente correlate agli investimenti che l'azienda si è impegnata a realizzare. Un nuovo tavolo di monitoraggio sul sito siderurgico di Piombino è previsto entro la fine del prossimo mese di maggio.

Nel corso dell'incontro tenutosi ieri al Mise sull'Aferpi di Piombino "è stato fatto il punto sullo stato di avanzamento del piano industriale e degli impegni assunti da JSW Steel Italy srl con il Ministero e la Regione, formalizzati nell'accordo di programma sottoscritto in occasione del passaggio di proprietà dell'azienda", continua la nota diffusa dal Mise in cui si aggiunge che l'azienda ha illustrato i passi che finora hanno consentito il riavvio di tre linee di laminatoi nel sito di Piombino, con il reimpiego in media di 630 lavoratori a tempo pieno. Per il primo trimestre del 2019 "è previsto inoltre un ulteriore aumento della produzione di rotaie, barre e vergella a seguito delle commesse ricevute da Rfi e da altri soggetti, che permetterà entro il mese di marzo di aumentare anche il numero dei lavoratori reimpiegati - spiega il Mise - E' stato infine assicurato il rispetto degli impegni per nuovi investimenti sul sito e sulla sicurezza dei lavoratori, anche nell'ambito delle bonifiche e della demolizione dei vecchi impianti presenti nell'area".(ANSA).

Aferpi: Rossi, espresso moderato apprezzamento su azienda Non si è parlato di riduzione monte ore lavoro,chiesti fondi cig
All'incontro svoltosi oggi al Mise per fare il punto sullo sviluppo del piano di Jindal per l'Aferpi di Piombino (Livorno) "diciamo che tutti noi presenti, anche i sindacati, abbiamo espresso un moderato apprezzamento per come l'azienda sta intervenendo, per come sono ripartiti i laminatoi e per come si sta intervenendo sulle demolizioni". A dirlo è il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, al termine del tavolo aggiungendo che rispetto alle preoccupazioni presentate dai sindacati nei giorni scorsi su possibili riduzioni del monte ore di lavoro "di questo non si è parlato, si è rinviato a un tavolo col ministero del Lavoro, anzi ho già chiesto al ministero i 48 milioni di euro per garantire la cassa integrazione nel 2019 alle due aree industriali di crisi di Piombino e Livorno".(ANSA).

Notizia del: mer 20 feb, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

18-03-2019
Centinaia di persone hanno partecipato al Carnevale Antirazzista ....
18-03-2019
“Una deriva misogina, patriarcale, razzista, di fronte ....
18-03-2019
Oltre 60 mila lavoratori attendono gli ammortizzatori sociali. ....
18-03-2019
Si tratta in gran parte di macchinisti e capo treni “È ....
18-03-2019
"Con mia madre e quattro sorelle eravamo a casa. Arrivarono i ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo