Contrattazione Aumento di 65 euro per la distribuzione cooperativa

Firmata l'ipotesi di accordo del nuovo ccnl: previsto il rinnovo della parte economica e l'ultravigenza di quella normativa. Sindacati: "Riconosciuto un incremento salariale significativo". Importanti novità anche sull'assistenza sanitaria integrativa
È stata siglata l'ipotesi di accordo per il nuovo contratto nazionale della distribuzione cooperativa. L'intesa (raggiunta con Legacoop, Confcooperative e Ancc) prevede il rinnovo della parte economica e l’ultravigenza della parte normativa. "Un esito che si colloca in un contesto difficile sul piano economico e contrattuale, in presenza di numerose riorganizzazioni aziendali e vertenze occupazionali", spiegano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, esprimendo soddisfazione per il risultato raggiunto dopo oltre cinque anni dalla scadenza del contratto. "Un'ipotesi di accordo - aggiungono - che riconosce un significativo aumento salariale e salvaguarda l’impianto normativo del contratto in essere. Si sottolinea inoltre l’importanza di aver determinato un incremento della quota destinata al welfare contrattuale tutta a carico delle imprese sul versante dell’assistenza sanitaria integrativa".
L’intesa prevede un aumento salariale di 65 euro al IV livello full time, di cui 50 euro saranno erogate con le competenze di febbraio 2019 e ulteriori 15 euro da luglio 2019. In considerazione del tempo trascorso dalla scadenza del contratto è prevista anche l’erogazione di una tantum di 1.000 euro, di cui la prima quota (pari a 500 euro) sarà erogata con le competenze di febbraio 2019 e la restante parte con le competenze di marzo 2020. L’ipotesi prevede anche la parificazione della quota per l’assistenza sanitaria integrativa tra dipendenti a tempo pieno e dipendenti a tempo parziale, e un'ulteriore quota di un euro a carico delle imprese per tutti i lavoratori a partire da dicembre 2020. L’ipotesi di accordo sarà sottoposta alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori.
Siglato, tra le associazioni nazionali della #DistribuzioneCooperativa e Filcams CGIL, Fisascat CISL e UILTuCS l’ipotesi di accordo per il Contratto Nazionale di settore che prevede il rinnovo della parte economica e l’ultravigenza della parte normativa. da rassegna.it

Notizia del: mer 20 feb, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-05-2019
La pioggia insiste e cadrà sulla Toscana ancora fino a ....
18-05-2019
E' stato prolungato fino alle 12 di domenica 19 maggio il codice ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo