Continua la mobilitazione dei precari dell'università ''Stesso Lavoro. Stessi Diritti. Perché Noi No?''

Nell'ambito della ricerca, non si ferma la mobilitazione dei “Ricercatori determinati”. Dopo le assemblee dell'autunno scorso, i precari dell'università continuano la loro protesta con il tour primaverile di aprile e maggio negli atenei. La piattaforma rivendicativa “Stesso Lavoro. Stessi Diritti. Perché Noi No?” resta la stessa, così come l’appoggio di Flc Cgil e Adi per discutere “un sistema del reclutamento ordinato e ciclico” e una riforma del pre-ruolo necessaria “per dare certezza e stabilità agli organici di ricerca e docenza”. Questa settimana sono previste 4 iniziative: oggi 20 maggio a Firenze, il 21 a Pisa, il 22 a Torino e il 23 a Padova.

Notizia del: lun 20 mag, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

14-09-2019
Nei primi sei mesi del 2019 la Toscana ha esportato 3,2 miliardi ....
14-09-2019
Gli auguri della Fnsi al neo sottosegretario Andrea Martella. ....
14-09-2019
Al via il 16 settembre la VI edizione dell’evento annuale ....
14-09-2019
Slc: "Siamo fermamente convinti che lo spirito solidaristico ....
14-09-2019
Lorna Vatta, ingegnere, con esperienza in ambito industriale ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)