Università: Udu, elezioni Consiglio Nazionale,vice sinistra.

Si sono svolte in questi giorni tutti gli atenei italiani le elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari. "Mentre nel paese dilaga la narrazione sovranista della destra più conservatrice e razzista, all'università vince la sinistra dell'inclusione e dell'istruzione per tutti. L'Unione degli Universitari si conferma la realtà universitaria più rappresentativa a livello nazionale, con oltre 38.000 voti, in crescita rispetto alla scorsa tornata elettorale, passando da 7 consiglieri eletti a 9, affermandosi per la terza volta consecutiva come gruppo di maggioranza relativa all'interno del CNSU. Unico dato negativo la bassa affluenza al voto registrata", dichiara Enrico Gulluni, coordinatore nazionale dell'Udu. "Siamo in attesa dei risultati definitivi - prosegue Gulluni - ma quello che è sicuro è che abbiamo ottenuto una grandissima vittoria e soprattutto un'importante conferma del lavoro svolto dal sindacato studentesco in tutta Italia. Dalla Sicilia al Trentino Alto Adige, abbiamo dimostrato come l'Unione degli Universitari sia punto di riferimento per migliaia di studenti, che riconoscono tanto nel lavoro nazionale quanto sul livello locale i risultati raggiunti e come sia necessario lottare e impegnarsi per un'università più giusta e per tutti. Nonostante i dati mediamente bassi dell'affluenza alle urne, in parte dovuti al periodo non ottimale per lo svolgimento delle elezioni universitarie, l'udu dimostra di essere l'unica organizzazione realmente strutturata in tutto il panorama nazionale e che, nel momento di calo della partecipazione politica giovanile, riesce giorno dopo giorno ad aggregare sempre più studenti attorno a una precisa visione del sistema universitario, argine alle forze qualunquiste e della destra più becera". "Questi risultati - conclude Gulluni - premiano il lavoro svolto all'interno del CNSU dall'Unione degli Universitari, che ha anche espresso, negli ultimi due mandati, la presidenza dell'organo. In sei anni abbiamo ottenuto importanti risultati per un'università aperta, libera e inclusiva, dall'introduzione della NoTax Area al miglioramento dell'accesso all'insegnamento, dallo sblocco di migliaia di borse di studio per tutti alla riforma forense, ma c'è ancora molto da fare. La riconferma come gruppo di maggioranza relativa ci mette nelle condizioni di essere nuovamente voce decisiva nel CNSU e mai come ora il Consiglio dovrà mostrare autorevolezza, serietà e coesione per affrontare al meglio un mandato che vedrà, con tutta probabilità, interventi significativi sull'università e la ricerca da parte del Governo". (ANSA)

Notizia del: mer 22 mag, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-06-2019
Slitta di 24 ore la presenza del super consulente Claudio Modena ....
20-06-2019
 “La Cgil non promuove né appoggia alcuna legge ....
20-06-2019
La corte di appello di Firenze ha condannato a 7 anni Mauro Moretti ....
20-06-2019
Brezzo, “È cominciato a scorrere il sangue. Dopo ....
20-06-2019
E' morta Liliana Benvenuti, 96 anni, figura storica della Resistenza ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo