Tintoria Prato: Confindustria, forse c'è problema di norme. Cosa deve accadere perchè azienda cessi di nuocere

"Cos'altro deve accadere perché quell'azienda cessi di nuocere?". E' quanto chiede in una nota il vicepresidente di Confindustria Toscana Nord Francesco Marini, a proposito della vicenda della tintoria Superlativa, fabbrica a conduzione cinese che ha riaperto i battenti dopo lo stop intimato dalle autorità in seguito a un controllo che per la terza volta ne evidenziava le irregolarità. La ditta - che proprio in queste settimane è anche al centro di una protesta sindacale di Sì Cobas - ha pagato una multa, regolarizzato alcuni contratti e riaperto nel giro di poche ore. "Se la ripresa dell'attività è avvenuta nel rispetto delle norme, come sicuramente è se le autorità l'hanno consentita, allora c'è qualcosa che non va nelle norme", spiega Marini. "O quantomeno, le norme ordinarie potrebbero essere inadeguate a fronteggiare fenomeni particolarmente gravi come quelli che si stanno verificando nel distretto pratese. In ogni caso - conclude il vicepresidente - quanto sta accadendo alla Superlativa suona come una beffa per le tante aziende che agiscono correttamente". (ANSA).

Notizia del: lun 15 lug, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

22-08-2019
Sorrentino (Fp): “Ci vuole la proroga delle graduatorie, ....
22-08-2019
Di fronte alle aziende che ci negano un giusto e dovuto aumento ....
22-08-2019
Miceli (Cgil): “Troppi tavoli aperti, da ArcelorMittal ....
22-08-2019
“La situazione è di emergenza”, spiega Pascarella ....
21-08-2019
"Qualsiasi Governo nasca dovrà mettere tra le priorità ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)