Mafia: Dia, in Toscana capitali reinvestiti sottotraccia Camorra e 'ndrangheta consolidate sul territorio

In Toscana "emerge l'elevata capacità della criminalità organizzata di agire sottotraccia, favorita se del caso dal supporto di qualificati professionisti locali, quali imprenditori ma anche notai e commercialisti". E' quanto rilevato dalla Direzione investigativa antimafia nel rapporto semestrale luglio-dicembre 2018. "Pur non essendo annoverata tra le aree a tradizionale presenza mafiosa - si precisa nel documento - la Toscana costituisce un potenziale territorio di 'espansione' per le mire criminali, ove reinvestire i capitali di provenienza illecita". Nella regione, rileva ancora la Dia, si assiste "a un apparente decremento della presenza di soggetti legati a Cosa nostra". La stessa flessione viene registra anche per quanto riguarda la sacra corona unita, "mentre camorra e 'ndrangheta confermano un consolidamento organizzativo". In particolare, i sodalizi calabresi "hanno consolidato la tendenza a diversificare gli investimenti dimostrando attitudini imprenditoriali in diversi settori". Per quanto riguarda le organizzazioni criminali straniere, in Toscana risultano "dedite per lo più al traffico di sostanze stupefacenti, al commercio di merci contraffatte e allo sfruttamento della prostituzione", in alcuni casi sviluppando la loro azione "con modalità tipiche delle organizzazioni mafiose". La più pervasiva, confermando un trend già consolidato, è la criminalità cinese, "sia per la particolare compattezza della comunità che per la capacità di penetrare il tessuto economico regionale, specialmente nella filiera del tessile-abbigliamento".(ANSA).

Dia: Bugli, Toscana a lavoro per contrastare fenomeni
"Il contrasto alle infiltrazioni mafiose deve vedere impegnate le autorità di polizia e la magistratura, ma anche e soprattutto la politica, la pubblica amministrazione e la società intera". Così l'assessore toscano alla sicurezza dei cittadini e alla legalità Vittorio Bugli commenta la relazione semestrale della Dia che evidenzia il rischio che la Toscana possa essere un potenziale territorio di 'espansione' per i capitali illeciti della mafia. Per Bugli, spiega una nota, "la prevenzione e il contrasto delle mafie, soprattutto in un territorio a recente espansione come la Toscana necessitano innanzitutto di nuovi strumenti di riconoscimento del fenomeno, per rendere più efficace la loro azione". "La relazione della Dia - aggiunge Bugli - aggiorna un quadro per la nostra regione già chiaro in molti suoi aspetti: esiste un rischio di penetrazione criminale da parte delle mafie anche in Toscana. Questa penetrazione non usa gli strumenti classici dell'intimidazione, ma dei soldi facili, dei capitali illeciti, della corruzione pubblica e privata. Alcuni territori e alcuni settori dell'economia e della società toscana sono più esposti a questi fenomeni rispetto ad altri. Molti di questi aspetti sono già emersi nelle ricerche promosse dalla Regione in questi anni". La Toscana, ricorda ancora Bugli, promuove azioni per la legalità, decide comunemente al tavolo regionale della legalità assieme a tutte le associazioni e i soggetti interessati, promuovendo azioni nelle scuole, sostenendo la presenza dei ragazzi ai campi della legalità nei territorio confiscati alle mafie, gestendo il Centro di documentazione Cultura della Legalità Democratica. E si impegna per il recupero dei beni confiscati alla mafia, ultima la tenuta di Suvignano.(ANSA).

Notizia del: sab 20 lug, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

22-08-2019
Sorrentino (Fp): “Ci vuole la proroga delle graduatorie, ....
22-08-2019
Di fronte alle aziende che ci negano un giusto e dovuto aumento ....
22-08-2019
Miceli (Cgil): “Troppi tavoli aperti, da ArcelorMittal ....
22-08-2019
“La situazione è di emergenza”, spiega Pascarella ....
21-08-2019
"Qualsiasi Governo nasca dovrà mettere tra le priorità ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)