Operai intossicati alla Chimet di Badia al Pino ad Arezzo. Soccorsi in sei, non sarebbero gravi

Sei operai sono rimasti intossicati questa mattina presso lo stabilimento Chimet di Badia al Pino ad Arezzo mentre stavano lavorando all'interno dell'azienda, che è specializzata nel recupero di metalli preziosi e nel trattamento di rifiuti speciali. Sul posto sono intervenuti 118 e vigili del fuoco che, insieme ai carabinieri, stanno verificando le cause dell'intossicazione. Due operai sono stati trattati sul posto, un altro, 50enne, aretino, è stato portato all'ospedale di Careggi (Firenze) con l'elisoccorso

Operai intossicati in azienda Arezzo, c'è monossido carbonio
Personale del nucleo Nbcr dei vigili del fuoco (Nucleare, biologico, chimico, radiologico) ha rilevato la presenza di monossido di carbonio nell'area dell'azienda Chimet di Arezzo dove stamani sono stati soccorsi sette operai intossicati. E' quanto emerge dai primi accertamenti dopo l'evacuazione degli addetti che hanno avuto malori. Gli operai si sono sentiti male mentre erano su una torre, ad un'altezza di circa 15 metri, per effettuare manutenzione ai filtri dei forni della lavorazione. I vigili del fuoco hanno raggiunto i quattro operai che si trovavano in prossimità del filtro. Uno di loro era in forte stato confusionale e si è reso necessario immobilizzarlo sulla spinale e poi è stato evacuato tramite un cestello da cantiere e affidato al personale medico del 118. Gli altri addetti, invece, sono scesi dalla torre in modo autonomo e sono stati presi in carico dal personale sanitario. Sul posto anche i carabinieri e personale del servizio di Prevenzione Igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro della Asl.(ANSA).

Operai intossicati azienda Arezzo, pm indaga per lesioni
La procura di Arezzo ha aperto un fascicolo per lesioni colpose in merito all'incidente sul lavoro accaduto stamani alla Chimet, azienda specializzata in recupero metalli e trattamento di rifiuti speciali con sede a Badia al Pino nel comune di Civitella in Valdichiana (Arezzo). Sei gli operai intossicati durante le operazioni di ripulitura della torre di un forno. Le loro condizioni sono tutte stabili e non gravi. Il pm Masiello è in attesa, come sempre accade in circostanze del genere, delle risultanze degli ispettori del lavoro, dei carabinieri e dei vigili del fuoco. Se le lesioni rimangono sotto i 20 giorni di prognosi si potrà procedere solo a querela di parte. Mentre saranno valutate con esattezza le cause dell'incidente e valutate eventuali responsabilità nei controlli.(ANSA).

Notizia del: mar 06 ago, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

22-09-2019
Inaugurata stamani a Stia (Arezzo) la parte iniziale della più ....
22-09-2019
La popolazione della Versilia, sulla costa toscana, ha avvertito ....
22-09-2019
la situazione di maltempo sulla Toscana con il transito previsto, ....
22-09-2019
L'indagine definita dal Dap "complessa e delicata", ha interessato ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)