Istruzione Anno scolastico, a settembre almeno 120 mila supplenti

“La situazione è di emergenza”, spiega Pascarella (Flc Cgil), aggravata dai 17 mila pensionamenti dovuti a quota 100. "Qualsiasi governo salga in carica - continua - riprenda in mano il decreto precari e lo approvi il più presto possibile"
L’inizio del nuovo anno scolastico si aprirà all'insegna della precarietà. A settembre, infatti, saranno almeno 120 mila i supplenti negli istituti italiani, praticamente uno su cinque. “La situazione è di emergenza”, spiega Manuela Pascarella (Flc Cgil): “Chiediamo che qualsiasi governo salga in carica riprenda in mano il decreto precari che non ha visto la luce e lo approvi il più presto possibile: fornisce una procedura semplificata per coprire le cattedre, almeno da settembre 2020”.
I numeri dei supplenti sono in continua crescita, anche per le conseguenze dovute all'introduzione di “quota 100”, che ha aumentato la quantità dei pensionamenti: saranno 17.807 per effetto del provvedimento voluto dal governo giallo-verde, cui si aggiungono 15.371 pensionamenti ordinari. “Se il prossimo anno quota 100 verrà confermata - conclude l’esponente sindacale - il trend continuerà a salire, anche perché l'età media dei docenti italiani è alta”.
Da segnalare, infine, che quest'anno i posti lasciati liberi dai pensionati della "quota 100" non verranno coperti da assunzioni con personale di ruolo: le domande potevano arrivare all'Inps entro febbraio e i numeri non sono stati elaborati nei tempi utili. Di qui il numero alto di supplenti che si profila alla riapertura delle scuole.
 

Notizia del: gio 22 ago, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-09-2019
Il Consiglio dei ministri ha riconosciuto lo stato di emergenza ....
21-09-2019
"Clima e ambiente, quale futuro?". Questo il titolo dell'iniziativa ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)