Frana Parco Acqua Santa Chianciano: la vicinanza della CGIL ai lavoratori. Il sindacato

“La salvaguardia idrogeologica deve essere una priorità del Paese”.
Nell’esprimere anche pubblicamente la nostra vicinanza a tutti i lavoratori coinvolti ed impegnati dalla frana di ieri sera che ha colpito il Parco Acqua Santa, nonché all’Azienda Terme di Chianciano e a tutte le attività interessate, cogliamo l’occasione per evidenziare, ancora una volta, quanto sia necessario il ripristino, la cura ed una rinnovata politica di investimenti per la salvaguardia idrogeologica.
I cambiamenti climatici, come è ormai evidente, e più volte dimostrato anche sul nostro territorio, ad esempio recentemente ad Abbadia San Salvatore, non consentono più di aspettare, i ritardi rischiano di lasciare dietro di sé pericolosi danni materiali ed umani.
Il dissesto idrogeologico è una delle tante piaghe del nostro Paese, per la già fragile struttura del territorio servono subito delle politiche efficaci che mostrino dei risultati tangibili.
Un grande piano per la messa in sicurezza del territorio e del costruito a partire dal patrimonio pubblico è ciò di cui l’Italia ha veramente bisogno, anche per far ripartire diversi settori produttivi e soprattutto per ridurre tutti quei costi aggiuntivi che tanto pesano in termini di competitività del nostro apparato produttivo oltre che di sicurezza per i cittadini.
CGIL Siena

Maltempo: crollati 30 metri muro a Chianciano Terme Ad Arezzo residenti impegnati a rimuovere fango da cantine
Interventi di ricognizione e messa in sicurezza a Chianciano Terme dopo che ieri a causa del maltempo è crollata per circa 30 metri parte del muro del parco Acqua Santa, nella zona della passeggiata 'Macerina'. Alcuni locali commerciali sono stati allagati e colpiti dai detriti mentre delle abitazioni sono rimaste senza corrente elettrica. L'amministrazione comunale ha chiuso il passaggio nel tratto pedonale interessato dal crollo murario mentre tecnici Enel sono al lavoro per ripristinare l'energia. La Cgil ha espresso la propria "vicinanza a tutti i lavoratori coinvolti ed impegnati dalla frana di ieri sera che ha colpito il parco Acqua Santa, nonché all'Azienda Terme di Chianciano e a tutte le attività interessate". Nella zona di Arezzo invece ancora al lavoro molti residenti che da ieri sera sono impegnati a rimuovere fango e acqua da scantinati, garage e fondi. Sempre nell'Aretino è caduto un albero secolare colpendo un camper parcheggiato vicino.(ANSA).

Notizia del: ven 23 ago, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-09-2019
E' stata prorogata di circa due mesi, fino al 10 novembre, la ....
19-09-2019
Dal 20 al 27 settembre Pisa, come molte città in tutto ....
19-09-2019
"Durante la detenzione a Pianosa mio padre conobbe Vittorio Mangano ....
19-09-2019
Una grande tenda bianca, priva di simboli religiosi o civili, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)