Allarme per le condizioni nelle carceri toscane, Fp Cgil in audizione nella 3° Commissione Consiliare Regione Toscana

In data odierna la nostra delegazione regionale composta dalla segretaria funzioni centrali FP CGIL Giovanna LO ZOPONE e dal coordinatore regionale polizia penitenziaria Donato NOLE’, hanno partecipato all’audizione convocata dal Presidente III Commissione Consiliare Regione Toscana.
Durante il nostro intervento, fatto dal Coordinatore Regionale, abbiamo rappresentato tutta la nostra rabbia e allo stesso tempo delusione per il sistema penitenziario Toscano e di San Gimignano in particolare. Il termometro che misura l’attenzione che il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria ha nei confronti della Toscana è la mancata assegnazione del Dirigente Generale, da mesi il dott. Antonio FULLONE è stato trasferito in Campania e, nonostante la drammatica situazione che vivono gli Istituti penitenziari Toscani ed Umbri, ad oggi il posto rimane vacante.
Anni e anni di denunce, rimaste inascoltate, fino a quando non è scoppiato il bubbone mediatico. Sono anni che denunciamo il disagio dei lavoratori penitenziari e del “Lanza” in particolare, abbandonati dall’Amministrazione Centrale e Regionale, non ci vuole uno scienziato per capire che una struttura senza Dirigenza e senza Comando espone il personale a rischi e disorientamento. La mancanza di riferimenti guida, sommati a tutte le altre problematiche strutturali mai risolte, come ad esempio l’allacciamento all’acquedotto pubblico, lasciano il solo personale di polizia penitenziaria, senza Comandante, a fronteggiare una popolazione detenuta sempre più esasperata ed agguerrita. Pur rispettando il lavoro della magistratura, alla quale chiediamo solo di far luce nel più breve tempo possibile sui fatti denunciati, riteniamo che i veri responsabili del disagio che si registra al carcere di San Gimignano debbano essere cercarti altrove e sicuramente non tra chi, quotidianamente con notevoli sacrifici, ha garantito comunque la funzionalità di una macchina complessa quale è un carcere, senza poter contare su una Direzione ed un Comando stabile che delineassero le linee guida di gestione. Oggi la dott.ssa CASELLA, che rappresentava il Provveditorato, ha confermato che la Casa di Reclusione di San Gimignano a breve ospiterà solo detenuti di Alta Sicurezza, che è stato assegnato definitivamente il Comandante, mentre la Direzione risulta essere ancora temporanea. E, pur condividendo l’iniziativa di rendere il carcere di San Gimignano esclusivamente per detenuti di “Alta Sicurezza”, non potevamo non rappresentare che già oggi l’organico del reparto di polizia penitenziaria registra una carenza di circa 40 unità e, il cambiamento di circuito non si può fare a costo zero, non si può non prevedere una rivisitazione dell’organico. Come si può pensare di gestire detenuti di elevata pericolosità sociale con lo stesso organico, senza aver neanche dapprima integrato la già rilevante carenza?
Abbiamo chiesto al Presidente della commissione che si facesse portavoce verso le istituzioni affinché si attivino seriamente per trovare un rimedio allo stillicidio delle aggressioni. Fenomeno questo, divenuto non più tollerabile e che non può trovare soluzione nel trasferimento del detenuto che si è reso protagonista. Trasferire il detenuto aggressore non risolve il problema, ma sposta il problema da un’altra parte. Infatti se si analizzasse con attenzione il dato delle aggressioni, emergerebbe che spesso gli autori sono sempre gli stessi. Da ultimo e non per ultimo e, visto che è di competenza Regionale, abbiamo chiesto che la Regione si faccia finalmente carico del problema piantonamenti di Firenze. E’ inammissibile che i detenuti di Firenze debbano essere piantonati in corsia, esponendo ad elevato rischio oltre al personale di scorta anche e soprattutto gli altri degenti, il personale sanitario e la popolazione civile.

Firmato: Fp Cgil Toscana

Notizia del: ven 18 ott, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

13-11-2019
C'è tempo dal 7 al 31 gennaio 2020 per inoltrare la domanda ....
13-11-2019
"Le richieste dei sindacati dei pensionati sono sacrosante, chiedono ....
13-11-2019
Reazioni e commenti in Toscana il giorno dopo le perquisizioni, ....
13-11-2019
I carabinieri forestali hanno effettuato un controllo su un taglio ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)