AMBIENTE: SCAMBIO DI GIOCATTOLI PER NON PRODURRE RIFIUTI
Si chiama "Ecoscambio" e vuole sensibilizzare i ragazzi delle scuole elementari e medie, attraverso il baratto, a scambiarsi i giocattoli, senza gettare quelli vecchi che rischiano di andare gettati nel cassonetto e creare rifiuti.
La manifestazione sta coinvolgendo tutte le scuole del comune di Scarlino, in provincia di Grosseto, e sara' supportata anche dall'amministrazione comunale e dalla vicina Follonica. Dal primo ottobre ognuno dei ragazzi portera' un giocattolo in buone condizioni, del quale si vuole disfare, e tornera' a casa con un altro, che un suo compagno ha gia' utilizzato e di cui ha voluto liberarsi. Tutti i ragazzi saranno poi dotati di una tessera punti nella quale segnare i giocattoli dati e presi.
"Sara' questo - affermano gli amministratori scarlinesi - un modo anche per educare i ragazzi al valore degli oggetti che danno e prendono, in una specie di mercato non regolato dal denaro". In pratica si conta con questa manifestazione di gettare un'altra goccia nel mare nella sensibilizzazione a ridurre i rifiuti. (AGI)
Notizia del: mar 23 set, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-08-2019
Un uomo di 84 anni è morto schiacciato sotto un trattore, ....
23-08-2019
“La salvaguardia idrogeologica deve essere una priorità ....
23-08-2019
Il numero di chi fugge dall'Italia è quasi quadruplicato ....
23-08-2019
Il 23 agosto 2007 ci lasciava Bruno Trentin. "Intellettuale di ....
23-08-2019
Un 69enne di Fucecchio (Firenze) è rimasto ferito dopo ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)