Lavoro: ancora due case-laboratorio sequestrate a Prato 33 posti letto accanto a macchinari tessili e bombole gas

La polizia municipale di Prato ha sequestrato due case-laboratorio in via Zipoli, ai margini della Chinatown pratese. Sono due villini 'terratetto' dove avevano sede altrettante aziende di confezione del pronto moda. In uno sono stati individuati nove posti letto e 14 macchinari, con una conduzione della produzione a livello familiare. Nell'altro, la casa accanto, sono stati trovati dagli agenti 24 posti letto e 16 macchinari. In entrambe le abitazioni sono state identificate le persone presenti e sono stati riscontrati precari stati igienico-sanitari, presenza di bombole di gas, cavi della corrente scoperti. Denunciati i due titolari delle attività. Sotto sequestro immobili e macchinari per molteplici violazioni, dalle omissioni nelle cautele di prevenzione antincendio, alla violazione delle norme sulla sicurezza, agli ampliamenti non autorizzati, alla violazione delle norme antinfortunistiche e alla gestione illecita di rifiuti speciali. "L'attività di controllo sul territorio è costante, non possiamo permettere l'esistenza di situazioni di pericolosità come quelle trovate questa mattina", ha detto il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, commentando l'operazione che ha una forte valenza di prevenzione di criticità gravi.(ANSA).

Notizia del: mer 16 mag, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-09-2018
Predisposizione di un protocollo per la sicurezza sul lavoro ....
20-09-2018
La proposta emanata dal Governo di istituire "dal 1 primo dicembre ....
20-09-2018
Incontro interlocutorio, oggi a Firenze, per la vertenza Signorini: ....
20-09-2018
"Il nostro obiettivo è quello di rilanciare il gruppo ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo