Agricoltura: cromo6 come fertilizzante,6 indagati nel Pisano

Un appezzamento di circa due ettari è stato sequestrato a San Miniato (Pisa) nell'ambito dell'inchiesta della procura distrettuale antimafia di Firenze sullo spandimento di fertilizzanti che però, per gli inquirenti, altro non erano che prodotti assimilabili al rifiuto con concentrazioni di cromo6 oltre i limiti di legge. Sei gli indagati tra i vertici del consorzio Sgs di Santa Croce sull'Arno (Pisa) e l'azienda privata che sfruttava i campi e provvedeva al trasporto e allo spandimento dell'ammendante. L'inchiesta, come riporta oggi la cronaca de La Nazione, è partita nel 2017 con i primi sequestri e le perquisizioni a casa degli indagati. Questo sequestro segue altri effettuati nei mesi scorsi di cui uno nel comune di Fucecchio (Firenze). I conciatori avevano affrontato il problema dell'inchiesta nell'assemblea del maggio scorso. Il presidente, Alessandro Francioni, sostenne che i consulenti nominati erano giunti a conclusioni opposte sostenendo anche il metodo errato praticato da quelli della procura. Lo smaltimento del prodotto come rifiuto sta costando al consorzio Sgs che trasforma i sottoprodotti della lavorazione conciaria in ammendanti circa 4 milioni di euro l'anno. (ANSA).

Notizia del: mer 11 lug, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-07-2018
Favorire e sostenere l'inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati. ....
20-07-2018
Oggi incontro in Regione. Bartoli (Fillea Cgil): “Mantenere ....
20-07-2018
L'Azienda regionale per il diritto allo studio universitario ....
20-07-2018
Dopo le due delibere varate dalla giunta per la riduzione dei ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo