Scuola, come non sprecare 3 mila stabilizzazioni in Toscana: domani conferenza stampa a Firenze

Scuola, sulle cattedre serve chiarezza e azione dall’Ufficio scolastico regionale
A oltre un mese dalla scadenza delle procedure di reclutamento per le immissioni in ruolo nelle scuole pubbliche toscane (elementari, medie e superiori, sostegno compreso), non è stato ancora possibile avere dall’Ufficio scolastico regionale un quadro chiaro e completo delle nomine effettuate per l’anno scolastico 2018/2019.
Secondo le stime dei sindacati di categoria meno della metà delle 4500 cattedre autorizzate dal ministero sono state assegnate. Quasi 3000 posti di lavoro che potevano essere stabilizzati e resteranno precari, con danni per i docenti ma anche per gli studenti e le famiglie.
Da Roma è stato aperto uno spiraglio per recuperarne almeno una parte, ma bisogna fare in fretta.
Per spiegare la situazione, indicare una possibile soluzione e chiedere ancora una volta all’Ufficio scolastico regionale di uscire dal silenzio e dal torpore, i sindacati di categoria della Toscana, Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals-Confsal, Gilda-Unams, terranno una
CONFERENZA STAMPA
Domani, Giovedì 11 Ottobre, alle ore 11,00
nella sede Cisl Toscana, in via Benedetto Dei 2/a - Firenze

Notizia del: mer 10 ott, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

17-10-2018
Istituto Francese, oggi sciopero e presidio dei lavoratori a ....
17-10-2018
In Italia, dagli anni pre-crisi ad oggi, c’è stato ....
17-10-2018
Cancellare la protezione umanitaria per i richiedenti asilo non ....
17-10-2018
E' salita di quasi 3 punti rispetto al 2016 la percentuale di ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo