Sequestrato impianto depurazione a Massa, tre denunciati Sarebbero dipendenti di enti pubblici, i fanghi finivano in mare

La Capitaneria di Porto di Marina di Carrara ha sequestrato il depuratore 'Lavello 1', nella zona industriale di Massa (Massa Carrara), dopo un'indagine partita nel giugno scorso su delega della procura. Le analisi effettuate hanno evidenziato in prossimità dello scarico il superamento dei valori di molte sostanze inquinanti. Al momento sono tre gli indagati per reati ambientali e sarebbero dipendenti di enti pubblici. Negli ultimi mesi sono state numerose le segnalazioni e gli esposti dei cittadini per l'inquinamento del Fosso Lavello. Secondo quanto hanno accertato gli uomini della capitaneria, coordinati dal procuratore Aldo Giubilaro, i fanghi finivano poi in mare. (ANSA).

Notizia del: gio 10 gen, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

26-06-2019
Giovedì 4 luglio, presso il Centro Convegni dell'Hotel ....
26-06-2019
I cibi che consumiamo potrebbero essere contaminati dall'inchiostro ....
26-06-2019
Un appello ai sindaci dei Comuni soci di Publiacqua, invitandoli ....
26-06-2019
"Si dovrebbero davvero consentire le condizioni di poter scegliere ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo