Livorno: Servizi educativi; Cgil Uil, da parte de comune una politica miope e penalizzante

Apprendiamo dalla stampa che l’amministrazione comunale di Livorno sarebbe intenzionata a fare a meno dell’insegnante in somministrazione lavoro nella sezione medi della scuola materna Menotti. Le segreterie aziendali Cgil e Uil del Comune esprimono a tal proposito tutta la loro solidarietà al corpo insegnanti e ai genitori. La vicenda porta nuovamente alla ribalta il problema ormai annoso della forte precarietà di lavoro all'interno dei servizi educativi (a essere precario è infatti oltre il 40% dei lavoratori) e la costante insufficienza delle sostituzioni. Nonostante le recenti 21 assunzioni, per effetto dell'eccessiva età media e dei pensionamenti delle operatrici in ruolo ci troviamo a avere un numero inferiore di insegnanti rispetto all'anno scolastico 2017/2018.
Colpa di una politica miope e penalizzante per i servizi comunali all'infanzia che non sono
adeguatamente finanziati dal Bilancio. Anche per questo le insegnanti dei servizi educativi
comunali hanno scelto la strada della lotta e dichiareranno lo stato d'agitazione entro la fine della settimana.
Segreterie aziendali Cgil e Uil

Notizia del: gio 07 feb, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-02-2019
Vertenza Cft: pagati gli arretrati ai lavoratori, sospeso il ....
21-02-2019
E’ stato siglato, tra le associazioni nazionali della Distribuzione ....
21-02-2019
Oltre 700 controlli sono stati svolti nel 2018 in Toscana dai ....
21-02-2019
Per il turismo in Toscana "sono attese crescite del 3-4% all'anno ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo