Proteste lavoratori Prato, stop attività tintoria

L'attività della Tintoria Superlativa di Prato, interessata nei giorni scorsi da una protesta di alcuni suoi lavoratori pakistani rappresentati dal sindacato Sì Cobas, è stata sospesa. Il provvedimento è stato preso in seguito a un blitz interforze condotto nella notte fra il 9 e l'11 luglio e coordinato dalla questura, che ha portato alla scoperta della presenza nella Tintoria, di proprietà cinese, di 15 lavoratori senza contratto, 6 dei quali senza regolare permesso di soggiorno. Nessuno di loro - secondo quanto riportano i quotidiani locali che ne danno notizia stamane - sarebbe pakistano. La procura ha aperto un fascicolo d'inchiesta. Il titolare della Tintoria è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e sfruttamento della manodopera.(ANSA).

Notizia del: gio 11 lug, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-07-2019
"La mancata adozione di interventi correttivi in tempi brevi ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo