Lavoro: ordine di arresto per donna che sfruttava operai Firenze, deve scontare 6 mesi di carcere per fatti del 2013

Raggiunta e colpita da un'ordine di carcerazione, per il quale deve scontare 6 mesi di reclusione, una donna cinese di 54 anni colpevole di reati di sfruttamento di manodopera clandestina per fatti avvenuti a Signa nel luglio 2013. La cinese è stata individuata dai carabinieri durante un servizio coordinato finalizzato al contrasto della vendita di prodotti contraffatti a Osmannoro e Campi Bisenzio (Firenze). Oltre alla reclusione, la donna deve pagare un'ammenda di 15.000 euro. In questo momento sconta la pena agli arresti domiciliari. Negli stessi controlli i carabinieri hanno denunciato un cinese di 36 anni perché preso a produrre e detenere 400 borse che riproducono illegalmente il modello di una nota griffe francese. L'uomo, nel proprio laboratorio pellettiero, deteneva anche numerosi stampi in metallo utili alla produzione del prodotto. I beni, dal valore stimato di 16.000 euro, sono stati presi in custodia dai militari dell'Arma.(ANSA).

Notizia del: sab 20 lug, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

22-08-2019
Sorrentino (Fp): “Ci vuole la proroga delle graduatorie, ....
22-08-2019
Di fronte alle aziende che ci negano un giusto e dovuto aumento ....
22-08-2019
Miceli (Cgil): “Troppi tavoli aperti, da ArcelorMittal ....
22-08-2019
“La situazione è di emergenza”, spiega Pascarella ....
21-08-2019
"Qualsiasi Governo nasca dovrà mettere tra le priorità ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)