Sanità partecipata: l'evento pubblico della Fp Cgil. Poi medici ai fornelli per l'acquisto dell'ecografo

La sanità pubblica al centro di una giornata di confronto e solidarietà organizzata dalla Funzione Pubblica della Cgil di Arezzo. Venerdì 13 settembre a partire dalle 17,00 nel parco di Villa Severi si terrà il dibattito “Per una sanità partecipata: pubblica, equa ed efficiente”. L’evento arriva a tre anni dalla legge regionale che ha riorganizzato le strutture sanitarie in area vasta.
“Vogliamo porre l’attenzione su una sanità che ha la necessità di essere partecipata in alcuni valori specifici, come l’essere pubblica, equa e aperta indiscriminatamente a tutti i cittadini ed efficiente - ha spiegato il segretario generale della Fp Cgil di Arezzo Gian Maria Acciai a cui sarà affidata l’introduzione del dibattito pubblico - portiamo il punto di vista dei lavoratori che sono l’elemento fondante, il valore aggiunto del sistema dei servizi sanitari, ma che allo stesso tempo in una manovra come quella della costituzione di area vasta hanno subito la razionalizzare delle risorse. Un problema che dovrà necessariamente trovare una soluzione per il benessere organizzativo, sia in termine di organici che di risorse da investire nel personale stesso, nell’interesse dei servizi resi, è questo che intendiamo per partecipazione in un servizio fondamentale come quello pubblico.”
Al dibattito prenderanno parte, oltre al segretario generale della Cgil di Arezzo Alessandro Mugnai, anche Antonio D’Urso, direttore generale della Asl Toscana Sud Est, Stefano Scaramelli, presidente della terza commissione consiliare della Regione Toscana e Amedeo Ciaccheri, presidente Municipio Roma VIII. Le conclusioni sono affidate a Bruno Pacini, segretario generale della Fp Cgil della Toscana. Modera il dibattito Marco Vitelli, coordinatore Fp Cgil Area Vasta Fp Cgil.
“Non vediamo il tema della sanità nel dibattito pubblico, non se ne parla nei consigli comunali, non è argomento dei sindaci, invece questo tema deve tornare al centro - ha aggiunto Alessandro Mugnai, segretario generale della Cgil di Arezzo - l’evento serve anche a questo, mette insieme l’aspetto organizzativo, cioè come si lavora all’interno delle strutture sanitarie, come questo si riversa sui bisogni dei cittadini. Vogliamo sfidare il nostro territorio, i comuni in testa, perché questo dibattito sia più serrato, vogliamo misurare nei fatti la legge regionale che è partita male, ma che può e deve essere corretta.”
Al dibattito sindacale seguirà l’evento di raccolta fondi “Medici ai fornelli”. Diciotto medici dell’ospedale San Donato di Arezzo, divisi in tre squadre, si sfideranno in una gara ai fornelli in collaborazione con lo chef Massimo Rossi del Ristorante Belvedere di Monte San Savino. La giornata terminerà con la cena il cui ricavato, tramite la Fondazione Andrea Cesalpino, servirà per acquistare un nuovo ecografo per interventi ecoguidati.
Per la cena è necessaria la prenotazione contattando la Fondazione Cesalpino presso l’ospedale di Arezzo (orari apertura martedì dalle 9 alle 12,30 e giovedì dalle 15,00 alle 17,30), oppure Giulia Da Mario della Fp Cgil di Arezzo al 349/5857754.
da arezzonotizie.it

 

Notizia del: mar 10 set, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-09-2019
Mentre erano a bordo di un treno ha picchiato la sua ragazza ....
23-09-2019
"Donne in vetrina? Lo voglio conoscere questo signore, mi sembra ....
23-09-2019
"Il primo passo da fare, in tale direzione, è lo stanziamento ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)