Davos, FMI taglia crescita italiana 2019 da 1% a 0.6%. ''Roma e la Brexit fra i maggori rischi globali''

Il Fondo monetario internazionale taglia la crescita italiana 2019 dall'1% di ottobre allo 0,6%. Così nell'aggiornamento del World Economic Outlook a margine del Forum economico di Davos.
L'Italia, con la Germania, un fattore di frenata dell'Eurozona. Con il nodo spread-banche, la situazione finanziaria italiana, assieme alla Brexit, è al primo punto fra i principali fattori di rischio globali. Il fondo vede meno crescita per l'economia globale (2019 limato al 3,5%, 2020 al 3,6% sul peso della guerra
dei dazi), mentre si mantiene la stima sul Pil Usa (2,5% e 1,8%) e si lima quella sull'Eurozona nel 2019 (1,6% da 1,9%) mantenendo il 2020 a 2,7%. Lagarde: 'i rischi globali salgono, ma non vuol dire recessione dietro l'angolo' anche se l'impatto di un eventuale no deal nella Brexit sarebbe di 5-8 punti percentuali a lungo termine. (ANSA)
 

Notizia del: lun 21 gen, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

09-12-2019
Pasquale Cuomo, segretario generale di Flc Cgil Pisa, è il nuovo ....
09-12-2019
"Il cambiamento climatico è in corso: è anomalo, è più rapido ....
09-12-2019
Ammontano a 714 le società oggi presenti in Toscana che fanno ....
09-12-2019
E' scomparso Salvatore Vecchioni, ex comandante partigiano della ....
09-12-2019
L'impresa cinese di Prato frena per la prima volta in 20 anni: ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)