INDUSTRIA: CHIUDE GIOPESCAL, PROTESTA LAVORATORI A LIVORNO
Una settantina di lavoratori della Giopescal, che opera in ambito portuale nella lavorazione del pesce congelato e nella logistica, ha manifestato questa mattina contro la decisione comunicata ieri dal gruppo Giolfo e Calcagno, proprietario al 100% dell'azienda, di dismettere tutte le sue attività licenziando 150 lavoratori tra le sedi di Livorno, Genova e Bari. La protesta delle maestranze è avvenuta a Livorno lungo via Leonardo Da Vinci, la strada che collega a Tirrenia, e fino all'innesto della superstrada Firenze-Pisa-Livorno provocando forti rallentamenti al traffico. "Ci hanno comunicato ieri che l'azienda dal 31 dicembre chiude e tanti saluti a tutti - ha detto Roberta Pagni, rappresentante sindacale della Cisl -. E' una decisione che non comprendiamo, anche perché l'azienda era in salute e ha chiuso gli ultimi due bilanci d'esercizio ampiamente in attivo". A Livorno lavorano 97 dipendenti, mentre a Bari la Giopescal ha un piccolo centro di produzione con sei dipendenti e a Genova hanno sede gli uffici amministrativi con una quarantina di altri lavoratori.(ANSA).
Notizia del: gio 11 dic, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

26-05-2020
"Vediamo i dati giorno per giorno: abbiamo retto bene le aperture ....
26-05-2020
Il presidente federale tedesco Frank-Walter Steinmeier ha conferito ....
26-05-2020
I cinque maggiori sindacati del settore (Flc Cgil, Cisl Scuola, ....
26-05-2020
Oggi sciopero e presidio con Fiom-Cgil e Nidil-Cgil Firenze davanti ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)