BUITONI: CARTOCCI (CGIL AREZZO), "VOGLIAMO GARANZIE SULLA CONTINUITA' LAVORATIVA PER I DIPENDENTI DELLA COOPERATIVA
Passi in avanti in avanti stamattina durante l'incontro in prefettura ad Arezzo sulla vicenda dei 71 dipendenti della coop L&L che gestiscono la movimentazione merci all'interno del magazzino dello stabilimento Buitoni di San Seplocro. Com'è noto la cooperativa gestiva il servizio per conto della Newlat con un contratto di appalto scaduto il 31 dicembre scorso. Qualche passo avanti dicevo perchè stamattina si è parlato della possibilità di un nuovo contratto anche se a scadenza breve e comunque della ricerca di soluzioni tali da garantire ai 71 dipendenti la continuità lavorativa.
“ Finalmente, grazie alla mediazione del Prefetto di Arezzo e con l'impegno dei rappresentanti delle amnninistrazioni locali, si è imboccata la strada giusta”, ha dichiarato Giorgio Cartocci segretario generale della Cgil di Arezzo. “Noi”, ha aggiunto, vogliamo garanzie sulla continuità lavorativa per i dipendenti della cooperativa”. Torneremo a parlarne, ha concluso, in occasione dell'incontro fissato in Regione Toscana per il prossimo 13 gennaio, in quella sede affronteremo insieme alla questione della L&L anche i problemi occupazionali dell'Alto Tevere toscano.
Notizia del: mer 07 gen, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

12-12-2019
Al via la procedura per la costruzione del nuovo ospedale di ....
12-12-2019
“Gli asili nido non sono un percorso educativo garantito ....
12-12-2019
Landini partecipa alle iniziative nell'anniversario della strage. ....
12-12-2019
Tania Scacchetti dal palco romano nella seconda giornata di mobilitazione ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)