Energia elettrica: cambio di gestore "al buio" L'azione di Federconsumatori in difesa dei cittadini

“Sono ormai molti i cittadini che si sono rivolti ai nostri sportelli, sia nella città di Arezzo che nella provincia, perché hanno ricevuto una fattura di chiusura da parte del loro fornitore di energia elettrica pur non avendo mai attivato contratti con altri operatori, sia personalmente che a distanza“.
Federconsumatori ha chiesto spiegazioni al fornitore (in genere si tratta del Servizio Elettrico Nazionale ma anche EnelEnergia), avendo la conferma della chiusura del rapporto contrattuale ma “per motivi di privacy” non ha ottenuto indicazioni sul nuovo fornitore.
Federconsumatori si è quindi rivolta allo Sportello per il consumatore di energia presso Acquirente Unico S.p.A ed ha potuto appurare che tutte le utenze interessate erano state passate al venditore ENI S.p.A. e che si tratta di forniture non richieste ai sensi dell’art. 57 Codice del Consumo.
Federconsumatori ha contestato a Eni S.p.A. l'illegittimo passaggio ed inviato segnalazione all'Autorità Energia Elettrica e Gas, al Garante della Concorrenza e del Mercato e a quello per la protezione dei dati personali.
Eni S.p.A. si è dichiarata estranea a tutta la vicenda ma era comunque a conoscenza che si sono verificate forti irregolarità da parte di agenzie incaricate di procacciare contratti per suo conto e si è cautelata con denunce all'Autorità giudiziaria. Si è dichiarata disponibile a porre in atto forme di indennizzo nei confronti degli utenti interessati dal comportamento illecito denunciato.
Gli sportelli di Federconsumatori sono a disposizione dei cittadini interessati a questo problema.
 

Notizia del: ven 12 ott, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

31-05-2020
Dall'"oca in quarantena" all'"oca in fase 2": Ŕ giÓ pronto il ....
31-05-2020
Dall'inizio dell'epidemia sono 10.104 i casi di positivitÓ al ....
31-05-2020
"Tutte le risorse possibili devono essere messe sul Sistema sanitario ....
31-05-2020
RipartirÓ dalle edicole, a partire dal 5 giugno, la distribuzione ....
31-05-2020
L'emergenza per il Coronavirus "ha generato nuove povertÓ, anche ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)