Cgil, Mirko Lami, perchè non si trovano i bagnini. 'Per il nero chiedete ai datori di lavoro'.

Intervento. In su e in giù per il paese, Toscana compresa, ci sono imprenditori che offrono lavoro e che non trovano chi raccoglie la loro offerta. Vediamo di non fare di tutta l’erba un fascio. Intanto distinguiamo i casi di chi cerca professionalità, saperi che il mercato del lavoro non offre ed in questo caso la colpa è di una scuola, complessivamente intesa che non crea le competenze necessarie. Poi ci sono i casi dei lavori stagionali, in cui le competenze si possono anche acquisire sul campo, e qui, credo, centri molto il quantum che viene offerto.
E’ complicato chiedere ad un giovane, o meno giovane, che non sia proprio alla fame, di farsi il mazzo per tre quattro mesi per portare a casa qualche spicciolo. Questo succede se si è assunti contratto di apprendistato. Ci sono giovani che vanno all’estero, ne conosco, a fare i camerieri e gli addetti al piano perché guadagnano significativamente di più. E che dire delle decine di migliaia di giovani che ogni anno lasciano l’Italia perché non vedono qui il loro futuro. Meglio scappare subito piuttosto che attendere che arrivi l’occasione buona e nel frattempo tirare avanti facendo il bagnino da giugno ad ottobre. In aggiunta non dobbiamo dimenticare che i giovani sono una minoranza in un paese fatto per vecchi. Rifiutano il lavoro o vogliono lavorare a nero perché così prendono il reddito di cittadinanza? Chiedono di lavorare al nero in modo da non far crescere il reddito familiare con le conseguenze negative del caso? Può anche darsi, ma nessuno ci racconti che la propensione al lavoro nero in Italia sia frutto di un provvedimento di legge che data qualche settimana o di un sistema fiscale che andrebbe certamente cambiato, non sono i lavoratori che vogliono lavorare al nero. Per il nero, per favore, chiedete ai datori di lavoro.
Insomma per spiegare la mancanza dei bagnini va analizzata la situazione complessiva del paese e porre l’attenzione ai livelli dei salari in Italia che oggi sono più bassi di quelli di 10 anni fa.
Mirko Lami (segretario Cgil Toscana)

Notizia del: gio 13 giu, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

06-12-2019
Ribadita dal Tribunale di Milano la sentenza di primo grado di ....
06-12-2019
Francesco, 86 anni, ha bisogno di qualcuno presente nei momenti ....
06-12-2019
Appuntamento a Piazza Santi Apostoli. Sono previsti gli interventi ....
06-12-2019
Aboca entra a far parte di Toscana Pharma Valley, la rete di ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)