In Toscana crescono le frodi creditizie,1.315 casi nel 2018

In Toscana sono stati 1.315 i casi di frodi creditizie perpetrate mediante furto di identità nel 2018, in crescita del +1,7% rispetto alla precedente rilevazione, dato che posiziona la regione al 9/o posto della graduatoria nazionale guidata nell'ordine da Campania, Lombardia e Lazio. E' quanto emerge dai dati presentati nella 28/a edizione dell'Osservatorio Crif - Mister Credit sui furti di identità e le frodi creditizie. A livello provinciale, il maggior numero di frodi creditizie è stato registrato nella provincia di Firenze, con 281 casi, seguita da Pistoia, con 155, e da Pisa e Livorno, entrambe con 150. Ad Arezzo se ne contano 126, a Grosseto 60, a Massa Carrara 83, a Prato 99, a Siena 82. Gli incrementi più consistenti rispetto alla precedente rilevazione, precisa una nota, riguardano le province di Prato, addirittura con un +47,3%, di Pistoia e Arezzo, entrambe con +29,4% e Livorno, con +18,8%.(ANSA).

Notizia del: lun 29 lug, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

13-12-2019
Un altro sguardo sul 1969. I territori sociali del conflitto ....
12-12-2019
Al via la procedura per la costruzione del nuovo ospedale di ....
12-12-2019
“Gli asili nido non sono un percorso educativo garantito ....
12-12-2019
Landini partecipa alle iniziative nell'anniversario della strage. ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)