4000 giornalisti minacciati dal 2006 ad oggi. 21/10 Firenze convegno "Informazione sotto scorta. Non lasciateci soli. Gi

Sono quasi 4.000 i giornalisti minacciati in Italia dal 2006 secondo i dati di Ossigeno per l'informazione, mentre la sezione “Giornalisti Minacciati” del sito di FNSI viene costantemente aggiornata con nuovi episodi: l'attacco alla libertà di stampa e ai suoi rappresentanti è un fenomeno che negli ultimi anni è cresciuto notevolmente.
Di questo si parlerà il 21 ottobre al convegno “Informazione sotto scorta. Non lasciateci soli. Giornalisti nel mirino”, organizzato da Fondazione dell'Ordine dei giornalisti della Toscana, con il patrocinio di Comune di Firenze, dell’Ordine Nazionale dei giornalisti, della Federazione nazionale della Stampa, dell’Associazione Stampa Toscana, di Cgil Cisl e Uil Toscana.
Al convegno parteciperanno David Ermini, vice presidente del CSM, Andrea Martella, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all'Informazione e all'Editoria, Dario Nardella, sindaco di Firenze, Guido d'Ubaldo, segretario CNOG, Raffaele Lorusso, segretario generale Fnsi e Giuseppe Giulietti, presidente FNSI. Saranno inoltre presenti i giornalisti Sara Lucaroni, Federico Ruffo, Antonella Napoli, e Federico Gervasoni, tutti oggetto di minacce e/o aggressioni nel corso del loro lavoro.
L'appuntamento è a partire dalle ore 9 al Teatro della Compagnia, in via Cavour 50/r, a Firenze.

Notizia del: ven 18 ott, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

30-05-2020
Con domenica 31 maggio terminerÓ la distribuzione gratuita delle ....
30-05-2020
Popolazione italiana rimasta senza protezioni adeguate La concentrazione ....
30-05-2020
Via libera dal vertice di governo di ieri sera alla riapertura ....
30-05-2020
Una maratona di lettura della Costituzione italiana, con contributi ....
30-05-2020
Sull'Italia sta per arrivare una pioggia di miliardi europei. ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)