Terme Montecatini: inaccettabile la disdetta unilaterale del Contratto Integrativo Aziendale (CIA)

A fronte della disdetta del Contratto Integrativo Aziendale (CIA), i lavoratori delle Terme di Montecatini, riuniti in assemblea oggi 02 dicembre 2019, proclamano lo stato di agitazione.
Respingono con forza la disdetta del CIA, perché dopo anni di sacrifici, tagli al personale con procedura di mobilità e contratto di solidarietà, l’azienda dice oggi che si deve rinunciare anche a parti di stipendio e normative, conquistate nel tempo.
E’ inaccettabile la scelta unilaterale dell’azienda.
I lavoratori conoscono bene la situazione debitoria delle Terme, tutti i giorni la subiscono sulla loro pelle, e mettendoci la faccia davanti ai clienti, anche per disservizi esistenti per ragioni economiche.
Nonostante questo, rivendicano il diritto a conoscere i piani dell’azienda rispetto al futuro, ...se un futuro quest’azienda vuole avere!
Quelli ipotizzati finora non hanno portato soluzioni definitive alla condizione debitoria né tantomeno a progetti di rilancio dell’attività.
E’ per questo che l’azienda non può pensare che la disdetta del CIA sia la soluzione!
Se ci sono progetti i lavoratori devono conoscerli. In un’azienda che riveste questa importanza per l’occupazione del territorio, anche attraverso l’indotto, come le Terme, i progetti dovrebbero non solo essere conosciuti dai lavoratori, ma anche condivisi.
Per difendere tutto questo, l’assemblea dei lavoratori ha votato un pacchetto iniziale di otto ore di sciopero e ore di assemblea, con modalità da definire, da oggi alla fine dell’anno.

p. Filcams Cgil                  p. Fisascat Cisl                      p.Uiltucs Uil
Luisella Brotini                Giovanni Bernicchi               Angela Bigheretti

Notizia del: lun 02 dic, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

24-01-2020
FP CGIL - CISL FP - UIL PA - UNSA - FLP denunciano carenze di ....
24-01-2020
Venerdì 31 gennaio alle ore 16.30 presso l’Auditorium della ....
24-01-2020
Posegue la moblitazione dei 120 dipendenti della Vibac di Vinci, ....
24-01-2020
Un monastero buddista sorgerà nella ex Cava di Poggio alla Penna ....
24-01-2020
“La Regione metterà in campo una task force di professionisti ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)