Firenze: Piazza Dalmazia, commemorazione per senegalesi uccisi per mano fascista e razzista

Un centinaio di persone hanno partecipato questa mattina in piazza Dalmazia a Firenze alla commemorazione istituzionale in ricordo di Samb Modou e Diop Mor, i due senegalesi uccisi dal neofascista Gianluca Casseri il 13 dicembre 2011. Tante le presenze istituzionali: dal presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, al vicesindaco del Comune di Firenze Cristina Giachi, fino al rabbino capo di Firenze Gadi Piperno e all'imam di Firenze Izzeddin Elzir. Presenti anche gli assessori comunali Sara Funaro, Alessandro Martini e Cosimo Guccione. C'era anche una delegazione della Cgil fiorentina. Quel giorno, ha ricordato il presidente della comunità senegalese Mamadou Sall, "ricordo tristezza e confusione, per tutti i quanti, anche per i fiorentini. Dopo il 13 dicembre 2011 pensavamo che tutto sarebbe cambiato ma ora stiamo vivendo ogni strada in salita. L'unica domanda che mi fanno, in viaggio, è perché l'Italia è un Paese razzista. Nel nostro Paese ultimamente ci sono molti episodi razzisti: qui abbiamo bisogno di una cittadinanza attiva, di un impegno per la democrazia. Serve un impegno per una diversità rispettosa, dobbiamo tutti lavorare per l'amore verso l'altro". "Ero presidente del Consiglio comunale - ha ricordato Giani -. Fui avvertito, arrivai subito: mi colpì lo sgomento dei senegalesi accorsi ma anche dei cittadini di piazza Dalmazia. Il fatto di essere qui ogni anno per me è un imperativo morale. Questi episodi, se vogliamo che non accadano più, devono portare ognuno di noi a scoprire il valore dell'amore, della solidarietà, del rapporto che supera ogni discriminazione di carattere etnico o razziale". Giachi ha sottolineato che "non c'è mai stata questa facilità di esprimere il disprezzo, di rifugiarsi nel rancore, nella rabbia".(ANSA).
 

Notizia del: ven 13 dic, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

24-01-2020
FP CGIL - CISL FP - UIL PA - UNSA - FLP denunciano carenze di ....
24-01-2020
Venerdì 31 gennaio alle ore 16.30 presso l’Auditorium della ....
24-01-2020
Posegue la moblitazione dei 120 dipendenti della Vibac di Vinci, ....
24-01-2020
Un monastero buddista sorgerà nella ex Cava di Poggio alla Penna ....
24-01-2020
“La Regione metterà in campo una task force di professionisti ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)