L'anno che verrà. Al via un gennaio pieno di scioperi nei trasporti e nelle telecomunicazioni

Già programmate una serie di agitazioni per aerei e tlc. Il 14 stop ad Air Italy, Easyjet, Consulta negli aeroporti ed Enav. Il 27 si fermano i lavoratori di Wind Tre. Intanto, dopo l’Epifania, iniziano i lavori parlamentari sul decreto Alitalia
Sarà un gennaio di scioperi quello che sta iniziando. Nel calendario del 2020, infatti, ci sono già una serie di agitazioni, concentrate soprattutto nel settore del trasporto aereo e delle telecomunicazioni, mentre si cerca ancora una soluzione definitiva per Alitalia.
Per il 14 gennaio sono già state indette 24 ore di astensione dal lavoro ad Air Italy da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ta, Anpac, Anpav. Sempre il 14, sciopereranno per 4 ore i lavoratori di Easyjet aderenti a Filt, Fit, Uiltrasporti, Ugl e quelli di Albastar aderenti a Uiltrasporti.
Stessa durata avrà anche la protesta indetta per i lavoratori della società Consulta negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. All'Enav, ancora il 14 gennaio, Filt Cgil ha proclamato 8 ore di sciopero a Roma. Nello stesso giorno la Uiltrasporti ha promosso uno sciopero di 4 ore del personale Ernest Airlines e Volotea.
I cieli del nuovo anno sono già in fermento, mentre sullo sfondo resta il caso Alitalia, con la compagnia di bandiera ancora senza una soluzione definitiva per la sopravvivenza. Subito dopo l'Epifania, cominceranno i lavori sul decreto Alitalia. La commissione Trasporti della Camera avvierà una serie di audizioni: il 7 gennaio alle 13,45 verranno ascoltati i rappresentanti di Lufthansa e alle 14,30 il commissario straordinario Giuseppe Leogrande. Alle 16 della stessa giornata sarà la volta del ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli. Ed entro le 19 è fissato il termine per la presentazione degli emendamenti da parte dei gruppi. Il decreto è atteso nell'Aula di Montecitorio il 13 gennaio per la discussione generale, che andrà avanti il giorno successivo.
Poco prima di Natale, intanto, è stata raggiunta l'intesa per la proroga della cassa integrazione straordinaria per i dipendenti di Alitalia. Al ministero del Lavoro, i sindacati e l'azienda in amministrazione straordinaria si sono accordati per estendere la cigs per tre mesi, fino a marzo, per un totale 1.020 persone, di cui 70 comandanti, 310 assistenti di volo e 640 addetti di terra. Si tratta di un numero inferiore a quello dei dipendenti interessati dalla procedura oggi in corso e che scade a fine anno (1.075).
Nel settore delle telecomunicazioni, poi, il 27 gennaio è previsto lo sciopero per l'intero turno di lavoro dei lavoratori di Wind Tre aderenti a Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom e Ugl. da rassegna.it

Notizia del: mer 01 gen, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-02-2020
“Oggi si è svolto presso la sede di Confindustria a Roma ....
19-02-2020
La vertenza delle ex lavoratrici Piaggio, che da giorni 'occupano' ....
19-02-2020
Assunzioni di personale, contratti prorogati, nuova foresteria ....
19-02-2020
La rsu e le organizzazioni sindacali di Rimateria hanno deciso ....
19-02-2020
Presidio dei lavoratori Alp, oggi a Livorno sotto la sede dell'Autorità ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)