Razzismo: Grossi, non finito, è vizio maledetto. 'Scuola, fare di più per sensibilizzare su Costituzione'

"La razza è un disvalore, è un qualcosa di contrario alla società civile, ma il termine razza secondo me deve essere mantenuto nell'articolo 3 della Costituzione perché sono sicuro, e lo dimostrano i fatti che viviamo attualmente, che il razzismo non è finito". Lo ha detto il presidente emerito della Corte Costituzionale, Paolo Grossi, nella lectio magistralis dal titolo 'L'attualità del Tricolore dopo 223 anni' svolta oggi in prefettura a Firenze in occasione dalla Giornata nazionale della bandiera e 223mo anniversario del Tricolore italiano. "Il razzismo - ha precisato ancora Grossi - non è stato spento, è un vizio maledetto che è in parecchie comunità all'interno della Repubblica italiana, e allora il termine razza, osceno e aberrante, deve rimanere lì, nella Costituzione, come un lume acceso perché in un prossimo futuro non si debba incorrere in quelle vergogne in cui siamo incorsi negli anni '30".(ANSA).

Tricolore: Grossi, simbolo attuale che indica grandi valori 'Scuola deve fare di più per sensibilizzare su Costituzione'
"Il Tricolore è attuale non solo perché l'articolo 12 della Costituzione lo assume come bandiera della Repubblica, ma perché è un simbolo che sta a indicare che ci sono grandi valori. I giovani di oggi devono essere sensibilizzati sul tricolore da parte della scuola, la Costituzione deve essere oggetto di studio come le altre materie perché è il breviario giuridico di ogni cittadino e deve essere conosciuto nei valori e nei principi che servono nell'esistenza quotidiana". Lo ha detto il presidente emerito della Corte costituzionale Paolo Grossi nella lectio magistralis dal titolo 'L'attualità del Tricolore dopo 223 anni', svolta oggi a Firenze in occasione dalla Giornata nazionale della bandiera e 223mo anniversario del Tricolore italiano. Le celebrazioni si sono svolte questa mattina nella sede della prefettura di Firenze. Ad aprire la Giornata l'intervento del prefetto, Laura Lega che ha parlato di un "riconoscimento del valore della bandiera non in maniera retorica, ma perché il Tricolore è simbolo di libertà, di comunità e unità nazionale, un simbolo nel quale tutti superiamo le diversità e ci ritroviamo insieme". Dopo gli interventi sono state premiate alcuni classi di scuole fiorentine che hanno partecipato al concorso promosso dal Rotary sul tema 'La nostra bandiera, simbolo della Repubblica e valore di civiltà'.(ANSA).

Notizia del: mar 07 gen, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

27-02-2020
Incidente sul lavoro in una segheria di Carrara (Massa Carrara) ....
27-02-2020
Stava cambiando con la gru una lampada dell'illuminazione pubblica. ....
27-02-2020
Con una nota diramata nel pomeriggio di ieri, mercoledì 26 febbraio, ....
27-02-2020
"Ho sentito Pietro Battista, presidente del gruppo Vibac. Nella ....
27-02-2020
Venti settimane in più di integrazione al reddito per lavoratori ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)