Università: rettore Dei,serve piano pluriennale investimenti Richiesta a premier Conte presente a cerimonia Firenze

"L'Università è pronta ad assolvere il suo compito di forgiare i nostri migliori talenti e al contempo elevare il livello medio d'istruzione", "ma abbiamo estremo bisogno di politiche governative di medio e lungo periodo. Avvertiamo indispensabile l'esigenza di un piano pluriennale d'investimenti, che ci consenta di programmare le nostre attività di formazione, ricerca e ponendoci obiettivi lungimiranti e di sistema". Lo ha detto il rettore dell'Università di Firenze Luigi Dei alla cerimonia di apertura dell'anno accademico in Palazzo Vecchio a cui partecipa il premier Giuseppe Conte. "In assenza di ciò - ha aggiunto Dei -, senza un incremento di risorse, senza una revisione del meccanismo del fabbisogno finanziario, la cui attuale impostazione si traduce di fatto in una violenta contrazione della spesa corrente in presenza di situazioni finanziarie di assoluta saldezza e virtuosità, il sistema universitario italiano inevitabilmente, già a partire da quest'anno, si avvierà verso un rapido collasso il cui esito sarebbe davvero drammatico per il Paese". Per Dei, "comprimere gli investimenti in formazione e ricerca è il più grave errore che un Paese oggigiorno possa fare". Quattro gli impegni chiesti dal rettore al Governo per il mondo dell'Università: "Un incremento del Fondo di finanziamento ordinario (Ffo) di almeno 300 milioni con la contemporanea revisione del meccanismo del fabbisogno per poter tempestivamente investire soprattutto in diritto allo studio, la prosecuzione dei piani straordinari per reclutare giovani ricercatori insieme a un piano pluriennale per la ricerca d'interesse nazionale e una reale politica d'investimenti infrastrutturali".(ANSA).

Università: Conte, serve piano strutturale di interventi
"Dobbiamo varare un piano strutturale di riforme e interventi significativi a favore dell'università e della ricerca". Lo ha detto Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, intervenendo all'apertura dell'anno accademico dell'Università di Firenze. "Qualche segnale lo abbiamo già anticipato, pur in un contesto molto difficile, e una congiuntura molto difficile", ha aggiunto Conte, per cui però "evidentemente occorre un intervento più strutturato, più risolutivo, e anche, se mi permettete, più razionale".
Fra gli interventi già compiuti, ha spiegato il presidente del Consiglio, "ricordo innanzitutto l'incremento del fondo integrativo statale per la concessione di borse di studio universitarie che, grazie ad uno stanziamento aggiuntivo di 30 milioni di euro, consente di erogare la borsa a tutti gli studenti che ne hanno titolo nel 2020". Inoltre, ha aggiunto Conte, "la legge di bilancio per il 2020 aumenta il numero dei contratti di specializzazione medica, incrementa la dotazione del Fondo di Finanziamento Ordinario per promuovere l'educazione alle differenze di genere e, nel triennio 2020-2022, stanzia 205 milioni di euro a sostegno dell'edilizia universitaria".(ANSA).

Conte a Firenze per cerimonia Ateneo, applauso al suo arrivo
Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è giunto in Palazzo Vecchio a Firenze dove partecipa alla cerimonia dell'avvio dell'anno accademico dell'Università fiorentina. L'ingresso di Conte nel Salone dei Cinquecento è stato salutato da un applauso. Al suo arrivo in Palazzo Vecchio il premier è stato accolto dal sindaco Dario Nardella, insieme tra gli altri al rettore Luigi Dei, nell'ufficio del primo cittadino. Al termine della cerimonia è previsto poi un momento di incontro tra Conte e il sindaco. Intanto sotto Palazzo Vecchio è in corso una presidio di Filcams Cgil per la difesa dei diritti dei 200 lavoratori in appalto dell'Ateneo fiorentino per il nuovo bando gara dell'Università.(ANSA)

Università:In Aula Conte;studenti escono,protesta per tagli  'Il sistema è sottofinanziato, vogliamo diritto allo studio'
Durante l'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Firenze, oggi a Palazzo Vecchio, le rappresentanze studentesche hanno deciso di abbandonare il Salone dei Cinquecento durante il discorso del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. L'iniziativa, affermano in una nota congiunta Csx Firenze, Studenti di Sinistra, Udu Firenze e Lista Aperta Firenze, è stata adottata "in segno di protesta contro il sotto-finanziamento dell'istruzione e della ricerca". Secondo i rappresentanti degli studenti, "emerge chiaramente nell'ultima legge di bilancio che il Governo non ha ritenuto opportuno neanche un rifinanziamento minimo del settore", sottolineando come "nel contesto fiorentino questo potrebbe portare anche ad un aumento della contribuzione studentesca. Ciò renderebbe l'Università ancor meno accessibile agli studenti in difficoltà economica". Dunque, proseguono gli studenti, "chiediamo un rifinanziamento efficace del sistema, che garantisca il diritto allo studio, più risorse alla didattica, alla ricerca ed alle infrastrutture".(ANSA).

Notizia del: mar 21 gen, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-02-2020
“Oggi si è svolto presso la sede di Confindustria a Roma ....
19-02-2020
La vertenza delle ex lavoratrici Piaggio, che da giorni 'occupano' ....
19-02-2020
Assunzioni di personale, contratti prorogati, nuova foresteria ....
19-02-2020
La rsu e le organizzazioni sindacali di Rimateria hanno deciso ....
19-02-2020
Presidio dei lavoratori Alp, oggi a Livorno sotto la sede dell'Autorità ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)