Fiom Toscana, definita ipotesi piattaforma rinnovo Ccnl artigianato. Toscana, oltre 36.000 i lavoratori interessati

Fiom Cgil Toscana, nella nostra regione gli occupati nel settore artigiano metalmeccaanico sono aumentati nel corso degli ultimi anni, pur diminuendo il numero delle imprese. Il rinnovo del contratto é anche un’occasione importante per mettere al centro i temi dell’occupazione e dello sviluppo.
È stata definita da Fim Fiom Uilm l’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale dei lavoratori del settore artigianato metalmeccanico, dell’installazione di impianti, orafe, argentiere e delle imprese odontotecniche che verrà sottoposta alla consultazione dei lavoratori e delle lavoratrici entro il 10 febbraio.
In Toscana il rinnovo del contratto artigianato metalmeccanico riguarda 36.200 lavoratori.
L’obiettivo è quello di rilanciare il settore artigianato; il rinnovo del contratto é anche un’occasione importante per mettere al centro i temi dell’occupazione e dello sviluppo.
In toscana gli occupati nel settore sono aumentati nel corso degli ultimi anni, pur diminuendo il numero delle imprese.
Nella piattaforma si richiede un miglior sistema di informazione e partecipazione, un aumento dei minimi contrattuali dell’8% , un aggiornamento sulle trasferte e reperibilità, un incremento della contribuzione a carico dell’impresa per quanto riguarda il welfare integrativo, un miglioramento sui diritti e tutele dei lavoratori riguardo la malattia, maternità
e congedi parentali.
Si richiede inoltre di aggiornare il sistema di riconoscimento della professionalità, di definire la formazione professionale come diritto soggettivo, la possibilità di conciliazione vita-lavoro attraverso una flessibilità degli orari sulla base delle esigenze delle persone, più prevenzione riguardo la salute e sicurezza e si richiede di stabilire una correlazione tra sicurezza, sistemi di produzione e organizzazione del lavoro.
A livello regionale va inoltre ripresa la contrattazione di secondo livello in modo da definire l’istituzione di premi che diano ulteriori incrementi salariali ai lavoratori.
Come Fiom Toscana ci impegneremo, a seguito del rinnovo del contratto nazionale, a favorire l’apertura di un tavolo negoziale anche a livello regionale.
Massimo Braccini, segretario generale Fiom Cgil Toscana

Notizia del: mar 21 gen, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

27-02-2020
Incidente sul lavoro in una segheria di Carrara (Massa Carrara) ....
27-02-2020
Stava cambiando con la gru una lampada dell'illuminazione pubblica. ....
27-02-2020
Con una nota diramata nel pomeriggio di ieri, mercoledì 26 febbraio, ....
27-02-2020
"Ho sentito Pietro Battista, presidente del gruppo Vibac. Nella ....
27-02-2020
Venti settimane in più di integrazione al reddito per lavoratori ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)