Lavoro: oggi protesta 2 ore dipendenti Ag.Entrate e Dogane Blocco lavoro, poi 6/2 manifestazione a Roma davanti a ministero

Carenze di organico tra il personale dell'Agenzia delle Entrate e dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato sono il motivo della protesta nazionale oggi 23 gennaio quando i dipendenti delle due agenzie fiscali sospenderanno il lavoro per due ore mentre il 6 febbraio scenderanno in piazza a Roma con una manifestazione davanti alla sede del ministero dell'Economia. Le ragioni della protesta sono state spiegate dai sindacati in una conferenza stampa oggi a Firenze. Carmine Di Leo segretario nazionale Cgil Funzione pubblica ha detto che "il nuovo governo ha messo in finanziaria un recupero di ulteriori 3 miliardi con la lotta all'evasione fiscale ma con la legge Fornero e Quota 100 abbiamo una carenza organica del 30%: da circa 39mila dipendenti siamo 30mila in Italia. In Toscana tre anni fa eravamo 2.400 unità e nel 2020 scenderemo sotto le 1.900". Pietro Martini, segretario Fp Cisl, ha spiegato che "oggii inizia questa vertenza nazionale e che noi riprendiamo in toto a livello regionale. In tutti gli uffici sarà approvato un ordine del giorno dove si delibereranno delle iniziative territoriali, iniziative previste dal contratto, ma che creano dei disagi". "Queste - ha aggiunto Maurizio Giogli coordinatore per la Toscana Uilpa - sono le prime iniziative di questa vertenza: la prima domani con assemblea dalle 10 alla 12 e poi il 6 una manifestazione a Roma, ma a livello regionale stiamo pensando di organizzare una manifestazione anche qui nel capoluogo, decideremo insieme".

I virgolettati
Vista la finanziaria che prevede un incremento pari a 3 miliardi dalla lotta all'evasiine fiscale, chiediamo una Agenzia forte, con organici pieni e modelli organizzativi stabili nel tempo. Nello specifico un ciclo di assunzioni, nel triennio, che porti ad un organico adeguato per gli obbiettivi assegnati.
Carmine di Leo Fp Cgil Coordinatore Agenzie Entrate

Il pesidente della repubblica ha giustamente affermato che se si recupera l'evasione si trovano i soldi per scuole e ospedali. La politica deve mettere in atto azioni che permettano all' Agenzia sia il recupero dell'evasione che l'erogazione dei servizi, impresa impossiblie allo sato attuale degli organici.
Perotti Nicola UIL PA Firenze

Chediamo alla politica di definire un progetto chiaro per rilanciare la macchina fiscale prevdendo un piano di massiccia assunzione . Chiediamo una nuova organizzaione di tutta la struttura, dirigenti, posizioni organizzative, pr ridare dignitòà a tutti i colleghi che giornalmente, per senso di reponsabilità e professionalià, a dare risposte all'utenza nonstantele criticità in cui sono costretti a lavorare.
Pietro Martini (Fp Cisl)

Ogni giorno i lavoratori dell'Agenzia delle Dogani e dei Monopoli svolgono funzioni fondamentali per la Ue e per la sicurezza del nostro paese, e che, nella lotqualità di polizia tributaria e polizia giudiziaria, sono impegnati nel conytrasto delle frodi nell'ambito dei commerci internazionali, delle truffe sui prodotti soggetti ad accisa, delle infiltrazioni crimose nel setttore dei giochi
Rocco Petrone Cgil Funzionario Doganale

Notizia del: mer 22 gen, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-02-2020
Un anno di lavori e 20 milioni di investimento per pavimentare ....
21-02-2020
Adesso ci sono le condizioni perché nell’impianto di Rimateria ....
21-02-2020
E' un vortice polare che ha raggiunto valori da record il responsabile ....
21-02-2020
Antonella Giachetti è la nuova presidente di Aidda Toscana, l'associazione ....
21-02-2020
In Toscana la spesa farmaceutica è calata notevolmente dal 2016 ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)