Pil 2018, il livello procapite nel Nord-Ovest doppia quello del Sud

Secondo lʼIstat nellʼarea occidentale le famiglie dispongono di un reddito per abitante più elevato del 60% rispetto al Mezzogiorno
La graduatoria del Pil procapite nel 2018 in Italia in testa l'area del Nord-Ovest con un valore in termini nominali di oltre 36mila euro, quasi il doppio di quello del Mezzogiorno, pari a circa 19mila euro annui. Lo rileva l'Istat, sottolineando che, similmente, "le famiglie residenti nel Nord-Ovest dispongono del livello di reddito per abitante più elevato (oltre 22mila euro), quasi il 60% in più di quelle del Mezzogiorno (14mila euro)".
Marche e Abruzzo in crescita - A livello regionale sono le Marche a registrare la crescita del Pil più elevata, con un 3% di aumento rispetto all'anno precedente. Un deciso recupero dell'attività produttiva si rileva anche per l'Abruzzo, dove il Pil è cresciuto del 2,2% a fronte dello 0,6% del 2017, e per la Provincia Autonoma di BolzanoBozen (+2%).
La Lombardia rallenta - Sopra la media nazionale si posizionano altre tre regioni del Mezzogiorno: Sardegna e Puglia (+1,4%) e Molise (+1,2%). In Lombardia la crescita economica rallenta sensibilmente: nel 2018 il Pil è aumentato dello 0,5%, contro il + 2,2% dell'anno precedente.
In Campania e Calabria le flessioni maggiori - Lazio (-0,2%) e Sicilia (-0,3%) chiudono il 2018 con una diminuzione del Pil in volume, ma le flessioni più rilevanti si riscontrano in Campania (-0,6%) e Calabria (-0,8%). Quanto alla spesa per consumi delle famiglie, la dinamica nel 2018 e' positiva e pari allo 0,9% appena superiore a quella del Pil (+0,8%).
Gli incrementi di Liguria e Lazio - Gli incrementi più significativi dei consumi delle famiglie in volume si registrano in Liguria e Lazio (+1,7% in entrambe le regioni), seguite da Abruzzo (+1,5%), Umbria e Molise (+1,4%). Un rallentamento deciso della spesa delle famiglie si riscontra, invece, per la Provincia Autonoma di Bolzano-Bozen e per il Piemonte, dove i consumi sono aumentati solo di un modesto 0,3%.
I consumi delle famiglie - Con 36,2 mila euro nel 2018 (35,7 mila nel 2017) il Nord-Ovest resta, dunque, l'area geografica con il Pil per abitante più elevato (misurato in termini nominali). Nel 2018 in Italia la spesa per consumi finali delle famiglie per abitante, valutata a prezzi correnti, è stata di 17,8mila euro. I valori più elevati di spesa pro capite si registrano nel Nord-Ovest (20,6 mila euro) e nel Nord-Est (20,4 mila euro); il Mezzogiorno si conferma, invece, l'area in cui il livello di spesa è più basso (13,7 mila euro). A un maggior dettaglio territoriale il più alto livello di consumi finali pro capite si registra In Valle d'Aosta e nella Provincia Autonoma di Bolzano-Bozen (rispettivamente 25,5 mila e 24,3 mila euro)

Notizia del: mar 28 gen, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

26-02-2020
Sostegno diretto alle start up, sconti fiscali, costruzione distretti ....
26-02-2020
Massima collaborazione e definizione al più presto di misure ....
26-02-2020
Si è riunito oggi alla Spezia, presso la sede dell'Autorità di ....
26-02-2020
Per consentire l'operatività dei cantieri sulla linea Firenze ....
26-02-2020
"Tra l'azione costante di promozione e valorizzazione delle nostre ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)