Lavoro: scoperti 2 operai a 'nero' in cantiere Argentario

La guardia di finanza di Porto Santo Stefano (Grosseto) ha individuato, all'interno di un cantiere edile, due operai che lavoravano a 'nero': da quanto spiegato erano privi di qualsiasi regolarizzazione formale del rapporto di impiego, sia sotto il profilo contributivo che assicurativo, circostanza quest'ultima che, oltre a costituire illecito amministrativo, non assicura ai lavoratori alcuna forma di tutela ed assistenza, anche in caso di infortunio. L'imprenditore è stato segnalato all'Ispettorato territoriale del lavoro, con l'obbligo di regolarizzare i due operai per il periodo di lavoro. Nei suoi confronti è stata applicata la cosiddetta 'maxi sanzione", che può arrivare fino ad un massimo di 9mila euro per ciascun lavoratore impiegato ed è stata proposta la sospensione dell'attività imprenditoriale del cantiere. Nello stesso contesto è stato rilevato, nei confronti di un datore di lavoro privato, l'impiego di altri due operai sorpresi a lavorare in nero in un immobile di sua proprietà. (ANSA).

Notizia del: mar 11 feb, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

06-04-2020
Il governo deve fornire dei ''chiarimenti su un messaggio'' dell'Inps, ....
06-04-2020
Solo nel caso poco probabile di un ritorno in classe entro il ....
06-04-2020
Una graduale ripresa delle attività in Italia non prima della ....
06-04-2020
Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha firmato l'ordinanza ....
06-04-2020
L'Università di Pisa conferirà domani la laurea alla memoria ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)