Gruppo Piaggio: vince il SI, approvato l'accordo aziendale con il 71,3%. Le principali novità

Nella giornata di oggi venerdì 14 Febbraio si sono concluse le operazioni di voto per l’approvazione del 1° contratto aziendale del Gruppo Piaggio & C. spa, che hanno visto il coinvolgimento di tutti i lavoratori degli stabilimenti di Piaggio, Aprilia e Moto Guzzi.
La partecipazione al voto è stata molto alta. Hanno partecipato al voto n. 2.225 pari al 70,7 % degli aventi diritto, con il seguente risultato:
• per il SI n. 1.576 voti pari al 71,3%
• Per il NO n. 635 voti pari al 28,7%
In tutti gli stabilimenti del Gruppo Piaggio hanno vinto il SI in tutti gli stabilimenti del gruppo e la partecipazione al voto è stata del 70,7%, superiore del 50% degli aventi diritto.
Con il voto favorevole della maggioranza dei dipendenti Piaggio, si conclude positivamente una lunga trattativa aziendale durata oltre 2 anni e mezzo, che ha visto la partecipazione delle delegazioni di Fim, Fiom e Uilm di tutti gli stabilimenti del Gruppo: Pontedera, Noale e Scorzè, Mandello del Lario.
Le lavoratrici e i lavoratori del gruppo hanno saputo riconoscere positivamente il difficile negoziato che ha portato oggettivi miglioramenti economici e vantaggi sulla parte normativa.
Le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm esprimono forte soddisfazione per il risultato ottenuto e per l’ampio sostegno espresso dai lavoratori con il voto favorevole, nello stesso tempo ritengono fondamentale l’apporto al negoziato dato dalle delegazioni delle RSU di tutti gli stabilimenti italiani, che attraverso un forte lavoro unitario hanno consentito di superare le fasi di maggior criticità della trattativa, rinnovando dopo oltre 11 anni il contratto aziendale del Gruppo Piaggio.
Fim Cisl Fiom Cgil Uilm Uil
-----------------------------------

IL COMUNICATO DELLA FIOM CGIL NAZIONALE

“ I lavoratori del gruppo hanno capito l’importanza dell’accordo, adesso si rispetti la volontà delle lavoratrici e dei lavoratori”
Piena soddisfazione per l’esito di questo referendum che per la prima volta é stato di gruppo e che ha unificato contrattualmente i lavoratori degli stabilimenti di Aprilia (Venezia) Pontedera (Piaggio) e MotoGuzzi di Mandello del Lario (Lecco).
Questo accordo porta a regime 55,00 Euro di aumento mensile e il conguaglio del premio di risultato a fine di ogni anno.
Si torna a redistribuire parte degli utili aziendali ai lavoratori e non vi sono stati scambi contrattuali di nessuna natura.
Erano 11 anni che i lavoratori non vedevano rinnovato il contratto aziendale e dobbiamo riprendere l’iter a rinnovare i contratti ad ogni
scadenza.In un’epoca dove vi é stato un attacco ai diritti dei lavoratori senza precedenti, il sindacato, oggi più che mai, è chiamato a svolgere un difficile ruolo: non solo interpretare ciò che sta avvenendo e le profonde trasformazioni in atto, ma cercare di porre tutte le tutele per i lavoratori attraverso la contrattazione affrontando i problemi che riguardano i lavoratori, le loro condizioni, il salario, l’orario, la professionalità, la salute e la sicurezza.
Questo lo si può fare se manteniamo un rapporto stretto, coeso e soprattutto democratico con i lavoratori, altrimenti nessun cambiamento positivo sarà possibile.
Massimo Braccini,
coordinatore nazionale Fiom Gruppo Piaggio

Scheda accordo aziendale Gruppo Piaggio. Le principali novità:
Sulla parte normativa:
1) Nuove relazioni industriali di gruppo, recependo le novità positive del Ccnl, costituendo il coordinamento nazionale e un comitato consultivo di partecipazione, che avranno il compito di discutere delle strategie generali del gruppo, verranno rafforzate le commissioni di fabbrica (ambiente salute e sicurezza, Organizzazione del Lavoro, formazione continua, Welfare, pari opportunità), a cui vengono affidati importanti compiti quali l’analisi analisi dei tempi di lavoro, delle saturazioni e degli ambienti di lavoro compreso il microclima, analisi dei mancati infortuni, coinvolgimento di RLS e lavoratori nella prevenzione, la verifica della correttezza degli inquadramenti professionali, l’esercizio del diritto soggettivo della formazione continua e la sua certificazione;
2) Part-time verticali di Pontedera in tempo pieno, con una verifica intermedia il 30.6.2021, mantenendo impegni sulla trasformazione al 75% e comunque di tutti i contratti entro il 31.12.21;
3) Orario di lavoro, la flessibilità in entrata e in uscita per gli impiegati part-time viene ampliata a 15 minuti; i permessi a recupero vengono aumentati da 6 a 8 ore, con l’impegno a verificare la fattibilità ad estendere la flessibilità d’ingresso nelle aree operaie indirette, la sperimentazione dello smart-working;
4) Part time orizzontali, saranno concessi per periodi non superiori a 12 mesi, con possibilità di ulteriori proroghe per periodi non inferiori a 6 mesi;
5) Contratti a Termine, viene rafforzato il diritto di precedenza dei lavoratori a termine e in somministrazione nelle successive assunzioni a tempo indeterminato; si approfondiranno eventuali soluzioni legali e contrattuali per superare lo scoglio delle causali, posto dalla attuale legge, alla riassunzione dei medesimi lavoratori con contratti a termine o in somministrazione;
6) Sull’orario plurisettimanale non ci sono stati peggioramenti, verrà applicato quanto già previsto dal contratto nazionale e dagli accordi aziendali.
7) Facilitazione al reinserimento delle lavoratrici madre e un accordo contro le molestie sessuali.
Sul nuovo Premio di Risultato:
1) Il valore massimo PDR del premio sarà di 3.000 euro annuo; i parametri saranno redditività, produttività e difettosità; gli obiettivi saranno individuati ciascun anno;
2) gli anticipi mensili del premio saranno aumentati a 120 euro da marzo 2020, a 140 euro da gennaio 2021 e a 155 euro da gennaio 2022, più circa 400 euro erogate ad aprile 2020 (di cui 360 a titolo di una tantum e gli altri a titolo di recupero degli anticipi di gennaio e febbraio);
3) la detassazione dei premi. Aumenti e detassazione consentiranno a regime di raddoppiare il netto del PDR rispetto ai valori attuali;
 

Notizia del: sab 15 feb, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

06-04-2020
Il governo deve fornire dei ''chiarimenti su un messaggio'' dell'Inps, ....
06-04-2020
Solo nel caso poco probabile di un ritorno in classe entro il ....
06-04-2020
Una graduale ripresa delle attività in Italia non prima della ....
06-04-2020
Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha firmato l'ordinanza ....
06-04-2020
L'Università di Pisa conferirà domani la laurea alla memoria ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)