Lavoro: Vibac; sindaco Vinci, saltata trattativa 'L'azienda spieghi cosa vuole fare'

"Non c'è più sul tavolo la discussione sul rilancio dell'azienda Vibac di Vinci". Così il sindaco di Vinci (Firenze) Giuseppe Torchia, al termine della riunione convocata questa mattina al Ministero dello sviluppo economico a Roma relativa alla vertenza sindacale del gruppo Vibac di Ticineto (Alessandria). L'azienda, che si occupa della produzione di nastri adesivi, aveva deciso a metà gennaio di chiudere la propria sede in Toscana con un esubero di 120 dipendenti. La scorsa settimana, in un incontro sempre al Mise, l'azienda aveva aperto a un confronto con le parti sindacali e le istituzioni. Quanto accaduto questa mattina, evidenzia Torchia sul proprio profilo Facebook, "complica la vicenda e ci porta anche a dubitare della credibilità degli interlocutori. La disponibilità del sistema istituzionale, Governo, Regione, Comune, e dei sindacati a ragionare sul ritiro della procedura di mobilità per aprire, conseguentemente, una riflessione sul rilancio del sito produttivo, anche attraverso il ricorso agli ammortizzatori sociali, rimane. L'azienda ci spieghi al più presto cosa vuole fare, anche perché non si può 'giocare' con la vita delle persone".(ANSA).

Notizia del: mer 26 feb, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

30-03-2020
"Negli appalti degli alberghi, addetti senza lavoro e senza ammortizzatori ....
30-03-2020
Ammontano a 21,4 milioni le risorse straordinarie stanziate dal ....
30-03-2020
Senza il reddito di cittadinanza sarebbe esplosa l'emergenza ....
30-03-2020
Stiamo vivendo un periodo eccezionalmente difficile e complesso ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)