Coronavirus. Fiom: inaccettabile che Gruppo Dema monetizzi salute e sicurezza premiando chi si presenta a lavoro

“Nella giornata di ieri mercoledì 18 marzo, il Gruppo DEMA unilateralmente ha deciso di premiare i dipendenti che si sono presentati al lavoro su richiesta dell'azienda con 100 euro, quale premio per il “loro senso di appartenenza”.
Le RSU/RLS nei giorni precedenti avevano tentato di condividere un percorso che consentisse il rallentamento o la sospensione delle attività al fine di verificare che fossero ottemperate le misure previste dal DPCM del 14 marzo, nel quale venivano identificato il confronto preventivo al fine di mettere al primo posto la salute e la sicurezza sui posti di lavoro.
La risposta è stata di totale chiusura. Non è stato costituito il Comitato territoriale congiunto previsto sempre dalle ultime ordinanze, e unilateralmente senza alcuna risposta alle RSU/RLS ha comandato alcuni lavoratori a ritornare sul posto di lavoro senza le verifiche sopra richieste”.
Lo dichiara in una nota Claudio Gonzato, coordinatore nazionale Aerospazio per la Fiom-Cgil

Notizia del: gio 19 mar, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

31-05-2020
Dall'"oca in quarantena" all'"oca in fase 2": è già pronto il ....
31-05-2020
Dall'inizio dell'epidemia sono 10.104 i casi di positività al ....
31-05-2020
"Tutte le risorse possibili devono essere messe sul Sistema sanitario ....
31-05-2020
Ripartirà dalle edicole, a partire dal 5 giugno, la distribuzione ....
31-05-2020
L'emergenza per il Coronavirus "ha generato nuove povertà, anche ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)