Fisac Cgil Toscana: Banche e Assicurazioni, aiuti a imprese e cittadini. No dividendi

Stiamo vivendo un periodo eccezionalmente difficile e complesso che potrà esser superato solo e soltanto con il sacrificio di tutti i protagonisti del paese. Banche e acompagnie assicurative del nostro paese utilizzino anche le risorse al momento destinate a remunerare gli azionisti per dare una mano, importante, all’Italia.
La pandemia del Covid-19 oltre ad aver messo a dura prova i sistemi sanitari e la salute dei cittadini dei paesi colpiti, sta oggettivamente mettendo in difficoltà l’economia reale. Tra l’altro, più durerà l’epidemia, sia per estensione temporale sia per popolazione contagiata, più le difficoltà per rialzarsi saranno profonde e ardue da superare.
In tale contesto, è indispensabile rafforzare sin da subito le politiche statali di assistenza economica alle imprese ed ai cittadini, senza porsi problemi rispetto alla (certa) crescita del debito pubblico. Ciò sarebbe ancora più sostenibile in presenza di una politica dell’Unione Europea disancorata da antichi egoismi e all’altezza della sfida che la storia ci propone.
Allo stesso tempo, è necessario che le Banche (e l’intero sistema finanziario) avviino uno sforzo importante per supportare le politiche pubbliche concedendo al sistema economico prestiti e facilitazioni creditizie a costo zero.
A tal riguardo, come anche richiesto dalla Vigilanza europea, a giudizio della Fisac Toscana, emerge la necessità di sospendere, da parte delle banche e delle compagnie assicurative, la distribuzione dei dividendi per il 2019 e per il 2020 al fine di poter disporre di maggiori risorse per potenziare la politica del credito e per sostenere la filiera bancaria e assicurativa.
E’ auspicabile, altresì, che si renda meno stringente la normativa concernente i requisiti patrimoniali richiesti alle banche, specie in tema di prestiti deteriorati, con l’obiettivo di potenziare ulteriormente le risorse da destinare all’economia reale.
Stiamo vivendo un periodo eccezionalmente difficile e complesso che potrà esser superato solo e soltanto con il sacrificio di tutti i protagonisti del paese.
Pertanto, la Fisac Toscana ribadisce l’invito alle banche e alle compagnie assicurative del nostro paese ad utilizzare anche le risorse al momento destinate a remunerare gli azionisti per dare una mano, importante, all’Italia.
Fisac Cgil Toscana

Notizia del: lun 30 mar, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

31-05-2020
Dall'"oca in quarantena" all'"oca in fase 2": è già pronto il ....
31-05-2020
Dall'inizio dell'epidemia sono 10.104 i casi di positività al ....
31-05-2020
"Tutte le risorse possibili devono essere messe sul Sistema sanitario ....
31-05-2020
Ripartirà dalle edicole, a partire dal 5 giugno, la distribuzione ....
31-05-2020
L'emergenza per il Coronavirus "ha generato nuove povertà, anche ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)