ATAF: ADESIONE SCIOPERO 90%, CONSEGNATO 'TAPIRO' A SINDACO
Un 'tapiro', sulla falsa riga di quelli usati dalla trasmissione televisiva 'Striscia la notizia', al sindaco uscente di Firenze e candidato alle europee Leonardo Domenici. Lo hanno consegnato oggi i lavoratori di Ataf in occasione di una manifestazione organizzata nell'ambito di uno sciopero unitario di 24 ore che secondo i sindacati vede un'adesione del 91%, e del 90% per l'azienda. Lo sciopero è stato indetto contro la disdetta degli accordi aziendali. Il tapiro è stato lasciato davanti alla sede del comitato elettorale di Domenici, chiusa al momento della visita di lavoratori e sindacalisti. "Abbiamo voluto 'ringraziare' in modo ironico Domenici - spiega Alessandro Nannini dei Cobas - per il lavoro svolto per i cittadini di Firenze e per i lavoratori Ataf". Alla manifestazione, è stato spiegato, hanno partecipato 600 lavoratori che in corteo hanno sfilato dalla sede dell'azienda al vicino comitato elettorale di Domenici dove hanno organizzato un breve presidio. "La sede era chiusa - ha spiegato ancora Nannini - abbiamo lasciato lì il tapiro e appeso uno striscione con scritto 'ti eri incatenato accidenti a chi ti ha liberato'. Lo sciopero di oggi vuol essere un segnale per il futuro sindaco, chiunque sia, perché deve sapere che la dirigenza di questa azienda deve andare a casa e che i lavoratori non sono più disposti a pagare per la cattiva gestione dei manager". Secondo Americo Leoni della Faisa Cisal "vogliamo far capire ai cittadini che la colpa dei disservizi non è dei lavoratori Ataf e che questo sciopero non è per avere più soldi. Da tempo chiediamo busvie e maggiori servizi per i lavoratori, e l'unica cosa che fa l'azienda è invece disdire gli accordi aziendali. Velocizzando la velocità commerciale degli autobus farebbe fidelizzare più passeggeri e permetterebbe a Ataf di guadagnare tre milioni di euro in più e avere il bilancio più che in pareggio". Per il segretario generale della Fit-Cisl Toscana Stefano Boni è necessario "in questa fase, riaprire il tavolo delle trattative per un confronto serio e trovare le soluzioni più adeguate per uscire dalla crisi. La dirigenza deve fare un passo indietro e mettersi a trattare e la politica deve intervenire". I sindacati hanno criticato l' azienda anche per l' informazione sullo sciopero e sostengono che non sono stati appessi alle fermate in maniera sufficiente i volantini per avvertire i cittadini e questo potrebbe portare a una nuova multa. Al momento, secondo i vigili urbani, lo sciopero non sta creando particolari ripercussioni sul traffico che potrebbe però subire qualche disagio in serata. (ANSA).
Notizia del: gio 28 mag, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

24-01-2020
FP CGIL - CISL FP - UIL PA - UNSA - FLP denunciano carenze di ....
24-01-2020
Venerdì 31 gennaio alle ore 16.30 presso l’Auditorium della ....
24-01-2020
Posegue la moblitazione dei 120 dipendenti della Vibac di Vinci, ....
24-01-2020
Un monastero buddista sorgerà nella ex Cava di Poggio alla Penna ....
24-01-2020
“La Regione metterà in campo una task force di professionisti ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)