LIVORNO: SOS VVF "COSTRETTI A LAVORARE SEMPRE IN STATO DI EMERGENZA"
Una sola squadra per tutto il territorio di Livorno, vigili del fuoco costretti a raddoppiare i turni per garantire il servizio ai cittadini e le risorse, promesse, che non arrivano mai. È questa in sintesi, la protesta dei sindacati dei vigili del fuoco che denunciano così una situazione di lavoro precaria che «non accenna a migliorare». I pompieri livornesi ormai da mesi si trovano a lavorare in condizioni di emergenza perenne. Anche perché, oltre al lavoro impegnativo svolto nel nostro territorio, negli ultimi mesi si è moltiplicato il sacrificio legato alle missioni fuori provincia. A partire dall’alluvione che c’è stato a Roma alla fine dello scorso anno, passando per il terremoto che ha colpito l’Abruzzo ad aprile fino alla strage di Viareggio. Ma non finisce qua: proprio ieri sera un gruppo di vigili del fuoco livornesi verso le 19 sono dovuti scappare a Montioni per dare una mano nel soccorso al velivolo ultraleggero caduto vicino una casa. In tutto ciò, denunciano i sindacati tra cui la Cgil guidata da Luca Bacci, c’è anche la beffa dei pagamenti bloccati degli straordinari. I pompieri chiedono dunque interventi urgenti all’amministrazione per migliorare la situazione e garantire il massimo ai cittadini. DA IL TIRRENO
Notizia del: dom 12 lug, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

26-02-2020
Sostegno diretto alle start up, sconti fiscali, costruzione distretti ....
26-02-2020
Massima collaborazione e definizione al pi¨ presto di misure ....
26-02-2020
Si Ŕ riunito oggi alla Spezia, presso la sede dell'AutoritÓ di ....
26-02-2020
Per consentire l'operativitÓ dei cantieri sulla linea Firenze ....
26-02-2020
"Tra l'azione costante di promozione e valorizzazione delle nostre ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)