DISOCCUPAZIONE: ISAE, NEL 2009 AL 7,9% E AL 9,3% NEL 2010
Il tasso di disoccupazione in Italia aumentera' al 9,3% nel 2010, dal 7,9% di quest'anno e dal 6,7% registrato nel 2008. E' quanto calcola l'Isae nel suo rapporto sulle previsioni per l'economia italiana, illustrato nella sede dell'Istituto oggi a Roma.
Il forte ricorso alla CIG e alle forme di lavoro part-time contribuiranno ad ''attutire l'impatto della crisi sui posti di lavoro effettivamente persi - spiega il documento Isae - dando invece luogo a una piu' rilevante flessione del monte ore lavorate''. In particolare, l'Isae prevede che, nella media del 2009, a fronte di un calo complessivo delle unita' di lavoro equivalenti a tempo pieno del 2,7% (pari a circa 664 mila unita' in meno rispetto al 2008), il numero di persone occupate flettera' dell'1,3% (circa 300 mila posti di lavoro in meno).
Secondo l'Istituto di studi e analisi economica, per gli effetti di trascinamento e i ritardi con cui il ciclo si riflette sul mercato del lavoro, la flessione dell'input di lavoro proseguirebbe nel prossimo anno, anche se forse in misura meno marcata rispetto a quest'anno (-0,8%).
ASCA
Notizia del: gio 23 lug, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-02-2020
“Oggi si Ŕ svolto presso la sede di Confindustria a Roma ....
19-02-2020
La vertenza delle ex lavoratrici Piaggio, che da giorni 'occupano' ....
19-02-2020
Assunzioni di personale, contratti prorogati, nuova foresteria ....
19-02-2020
La rsu e le organizzazioni sindacali di Rimateria hanno deciso ....
19-02-2020
Presidio dei lavoratori Alp, oggi a Livorno sotto la sede dell'AutoritÓ ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)