LAVORO: NUOVO STOP PER ALTOFORNO LUCCHINI DI PIOMBINO
Si ferma ancora l' altoforno dello stabilimento Lucchini di Piombino (gruppo russo Severstall) ed è il segnale che il mondo dell' industria è ancora lontano dal superamento della crisi. L' altoforno è il cuore della produzione di acciaio ed era già stato fermato dal 30 novembre al 7 gennaio scorsi. Era la prima volta che accadeva dal 1992. Le operazioni di fermata cominceranno questa notte. L'impianto resterà inattivo fino al 16 agosto, con il conseguente stop del reparto acciaieria che riprenderà la produzione intorno al 20 agosto. In questo periodo i 1600 lavoratori impegnati nei reparti interessati dalla fermata dell' altoforno ricorreranno alle ferie. L'azienda aveva annunciato a marzo una fermata estiva di due mesi dovuta alla crisi del mercato dell'acciaio, ma ha ridotto sensibilmente i tempi dello stop in presenza di una leggera ripresa degli ordinativi. L'impianto sarà mantenuto a riscaldo con cariche in bianco per tre settimane. Con la ripresa delle produzioni scatterà nuovamente la cassa integrazione, che potrebbe ridursi con l'arrivo di nuove commesse.(ANSA).
Notizia del: ven 24 lug, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

27-02-2020
Incidente sul lavoro in una segheria di Carrara (Massa Carrara) ....
27-02-2020
Stava cambiando con la gru una lampada dell'illuminazione pubblica. ....
27-02-2020
Con una nota diramata nel pomeriggio di ieri, mercoledý 26 febbraio, ....
27-02-2020
"Ho sentito Pietro Battista, presidente del gruppo Vibac. Nella ....
27-02-2020
Venti settimane in pi¨ di integrazione al reddito per lavoratori ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)