ACCORDO BANCHE IMPRESE, MORATORIA DEBITI PMI
Ecco la moratoria, i debiti delle piccole e medie imprese verso il sistema creditizio sono sospesi. E’ stato firmato oggi (lunedì 3 agosto) un accordo tra le associazioni delle banche e delle aziende con lo scopo di sostenere le pmi contro la crisi. L'intesa, sottoscritta per il governo dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, è stata siglata anche dal presidente dell'Abi, Corrado Faissola e, in rappresentanza del mondo imprenditoriale, dalla presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, e dal presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli. Al tavolo erano presenti anche i presidenti di Confartigianato, Cna, Casartigiani, Confesercenti, Lega Cooperative e Confapi.
"L'avviso comune", oggetto dell'accordo, prevede la "sospensione dei debiti delle piccole e medie imprese verso il sistema creditizio - si legge in una nota -, con la sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate di mutuo, del pagamento della quota capitale implicita nei cambi di leasing immobiliare e mobiliare e l'allungamento a 270 giorni delle scadenze del credito a breve termine per sostenere le esigenze di cassa con riferimento alle operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili".
Soddisfazione unanime arriva dall'esecutivo e dagli industriali. Per Tremonti, responsabile dell’accordo, “si tratta di una bombola di ossigeno per le imprese”. Il ministro avrebbe voluto venire “con una vera bombola per simboleggiare lo spirito dell’iniziativa – afferma rivolto ai cronisti -, di cui il notaio siete voi, l’opinione pubblica. Siamo qui per fare cose utili per il bene comune – aggiunge -, che oggi è l’ossigeno per le piccole e medie imprese”.
“È un accordo buono, un passo importante”. Così il leader delle imprese, Emma Marcegaglia, che spiega: “Mi piace il fatto che ci eravamo dati come obiettivo di chiudere prima delle vacanze e lo abbiamo fatto”. Adesso, a suo giudizio, è fondamentale “che l'accordo si concretizzi e che ci sia veramente e concretamente questa moratoria quando l'imprenditore andrà a settembre presso gli sportelli bancari”. E’ previsto anche un monitoraggio, “che faremo tutti insieme per far sì che questo accordo diventi concreto e uno strumento vero a sostegno delle imprese”. D’accordo anche Corrado Faissola, presidente dell’Abi: l’avviso comune è “un anello che dovrà chiudere una catena di sostegno alle imprese”.

DA RASSEGNA.IT
Notizia del: lun 03 ago, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-02-2020
“Oggi si Ŕ svolto presso la sede di Confindustria a Roma ....
19-02-2020
La vertenza delle ex lavoratrici Piaggio, che da giorni 'occupano' ....
19-02-2020
Assunzioni di personale, contratti prorogati, nuova foresteria ....
19-02-2020
La rsu e le organizzazioni sindacali di Rimateria hanno deciso ....
19-02-2020
Presidio dei lavoratori Alp, oggi a Livorno sotto la sede dell'AutoritÓ ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)