Sicurezza Porto Livorno: nel 2020 in programma quasi tre ispezioni al giorno.

"La situazione qui a Livorno è particolare per la presenza del porto e di molte aziende ad alto rischio di incidente. È per questo che abbiamo stilato un Progetto speciale". Lo ha sottolineato il presidente della Regione Enrico Rossi a Livorno partecipando oggi a un convegno sulla sicurezza del porto. "Un progetto che prevede moltissimi controlli - ha aggiunto Rossi - anche se da soli i controlli non sono sufficienti, ma vanno fatti perché ne va della vita dei lavoratori. Occorre far dialogare tra loro le diverse competenze perché il livello di sicurezza si alzi. Da soli non ce la possiamo fare". Secondo Rossi per le imprese non c'è alcuna contraddizione tra l'essere competitive e riuscire a garantire la sicurezza: "Vogliamo realizzare qui - ha concluso - una grande campagna di comunicazione dedicata al tema della sicurezza sul lavoro. Occorre poi considerare che il livello di sicurezza si può migliorare, utilizzando le tecnologie più moderne e puntando sulla formazione dei lavoratori. La figura dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza é fondamentale, a patto che la facciamo agire davvero, che sia in contatto e in dialogo costante con i lavoratori, perché senza un rapporto quotidiano con chi lavora non ci può essere un adeguato livello di sicurezza".(ANSA).

Porti: Rossi, precarizzazione fa aumentare rischio incidenti
"Controlli sì, ma i controlli da soli non bastano. La sicurezza sul lavoro è data anche dai comportamenti corretti. Se il piano per la sicurezza solo formalmente sta in un cassetto e dice: 'lì non si può mettere il dito perché c'è l'alta tensione', ma se i lavoratori non lo sanno... Per questo la precarizzazione del lavoro fa aumentare l'infortunistica". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, a Livorno a margine del convegno dedicato al programma per la sicurezza e la salvaguardia ambientale nelle aree portuali. "Tutti ci si straccia le vesti - ha aggiunto Rossi - ma il lavoro precario, ormai le nuove assunzioni al 70% sono precarie, è alla radice della mancanza di consapevolezza dei lavoratori dei rischi che si corrono. E questo produce una situazione che non è certo favorevole alla sicurezza. Non c'è nessun rapporto automatico, beninteso, ma i dati dimostrano che c'è una correlazione tra precarietà e insicurezza nei luoghi di lavoro". Nel convegno è emerso che per il 2020 saranno effettuate 730, tra ispezioni sopralluoghi e verifiche, sia a terra che a bordo nave, nel porto di Livorno per accrescere la sicurezza da parte degli enti preposti. Si tratta di un pool formato oltre che dalla Regione e dai Comuni di Livorno e Collesalvetti, dalla Asl, dall'ispettorato del lavoro, da Arpat, Capitaneria di Porto Vigili del Fuoco, Inail e dall'Autorità portuale in collaborazione con la Scuola Sant'Anna di Pisa. L'obiettivo generale è quello di ridurre il numero degli infortuni che avvengono in area portuale aumentando la presenza degli organi di vigilanza, l'efficacia di interventi e controlli, migliorando lo scambio di informazioni e la sinergia tra i vari enti preposti con attività congiunte e intensificando anche i monitoraggi. Il tutto con la definizione di apposite procedure di lavoro condivise, formando e informando i lavoratori sul tema della prevenzione nei luoghi di lavoro. (ANSA).

Notizia del: ven 14 feb, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-02-2020
Un anno di lavori e 20 milioni di investimento per pavimentare ....
21-02-2020
Adesso ci sono le condizioni perché nell’impianto di Rimateria ....
21-02-2020
E' un vortice polare che ha raggiunto valori da record il responsabile ....
21-02-2020
Antonella Giachetti è la nuova presidente di Aidda Toscana, l'associazione ....
21-02-2020
In Toscana la spesa farmaceutica è calata notevolmente dal 2016 ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)