Coronavirus Domani (27.03) Fim, Fiom e Uilm FI incontrano controparti Calosi, 'problemi anche per chi resta a casa'

Calosi, “speriamo di essere smentiti domani ma, al momento, in mezzo a questa emergenza abbiamo capito chiaramente l'idea di sviluppo delle nostre controparti: perseguire il risultato economico anche a costo di affamare e far ammalare i lavoratori”.
“Insieme a Fim e Uilm di Firenze, lunedì abbiamo chiesto un incontro a tutte le controparti datoriali per confrontarsi su come gestire la situazione di crisi determinata dal Coronavirus, per i lavoratori delle imprese metalmeccaniche.
L'incontro è fissato per domattina, venerdì 27 marzo.
I lavoratori aspettano chiarimenti rispetto a quali attività dovranno rimanere aperte e quali no.
Ricordiamo che chi ogni giorno continua ad andare al lavoro rischia di ammalarsi e di contagiare i familiari. E come se non bastasse, ad essere beffati sono pure i lavoratori che rimangono a casa, perché molte grandi aziende strutturate nel territorio, fiori all'occhiello dell'industria fiorentina, quando si tratta di sostenere i propri lavoratori non sono neanche disposte a riconoscere loro le minime condizioni di tutela salariale. Tra queste figurano anche multinazionali che da sempre sostengono opere meritevoli in ambito sociale, ma che ai loro dipendenti neanche riconoscono l'anticipo e la maturazione dei ratei.
Speriamo di essere smentiti domani ma, al momento, in mezzo a questa emergenza abbiamo capito chiaramente l'idea di sviluppo delle nostre controparti: perseguire il risultato economico anche a costo di affamare e far ammalare i lavoratori”.
Lo dichiara Daniele Calosi segretario generale Fiom Cgil Firenze

Attività essenziali, sindacati Prato chiedono vertice a prefetto
Cgil Cisl Uil Prato hanno chiesto di essere convocati dal prefetto Rosalba Scialla, "come da circolare del ministero dell'Interno alle prefetture - afferma il segretario della Camera del Lavoro, Lorenzo Pancini - per verificare e monitorare, anche a Prato, l'accordo tra governo e sindacati sulle attività produttive essenziali".(ANSA).
 

Notizia del: gio 26 mar, 2020

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

27-05-2020
“Apprendiamo che è arrivato il via libera del Cda di Intesa ....
27-05-2020
Un invito a non abbassare la guardia. E’ quello che rivolge ....
27-05-2020
La Flc Cgil Firenze: “Siamo sconcertati dalle parole del ....
27-05-2020
Lo sport è un lavoro. Ma mancano tutele e ammortizzatori. E' ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)